Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Luca Di Matteo: "Cerco un progetto per rilanciarmi"

ESCLUSIVA TMW - Luca Di Matteo: "Cerco un progetto per rilanciarmi"
lunedì 22 settembre 2014, 20:492014
di Gianluca Losco
fonte Esclusiva di Raffaella Bon

Più di 100 presenze tra A e B, le ultime in ordine di tempo al Padova dove ha pagato il fallimento della società biancoscudata. Luca Di Matteo, dopo qualche proposta che non lo ha soddisfatto, aspetta solo il progetto giusto per ripartire. L'esterno abruzzese cresciuto nel Pescara, con apparizioni anche nella massima serie con il Lecce, ha analizzato in particolare il campionato di Serie B, che lo ha visto protagonista per diversi anni con le maglie di Cittadella, Crotone, Vicenza (soprattutto) e Padova.

Luca Di Matteo pronto a ricominciare. Come sta fisicamente?
"Sto bene. Mi sto allenando e mi sono sempre allenato: fisicamente sono integro e quindi pronto per ripartire. Mi manca solo il ritmo partita, ma quello lo trovo presto".

Alla ricerca del progetto giusto, quindi.
"Sì, un progetto dove possa rilanciarmi, mettere la mia esperienza al servizio della squadra e mostrare le mie qualità. Malgrado qualche situazione sfortunata ho sempre giocato e mi sono fatto trovare pronto".

Come vede il campionato di B appena iniziato?
"Un campionato bello e difficile come tutti gli anni, veramente molto equilibrato. Ci sono diverse formazioni competitive che potranno dire la loro e numerosi giovani interessanti".

C'è una squadra in particolare che l'ha favorevolmente impressionato in questo scorcio di stagione?
"Direi che il Perugia è quella che mi ha colpito di più. Si vede che è una squadra costruita bene in un contesto serio, con tanto entusiasmo e tanta fame di calcio. Possono fare benissimo dopo gli anni della Lega Pro".

Analisi del torneo. Quali sono le favorite per la Serie A e quali le possibili sorprese in zona playoff?
"Il campionato di B è quello in cui è più difficile fare pronostici, perché ogni anno ci sono sempre delle sorprese. Favorite sono le squadre più blasonate, vedi su tutte il Catania che non è partito bene ma ha una rosa importante e a mio avviso può fare come il Palermo della passata stagione, che dopo un avvio difficile ha intrapreso la cavalcata verso la promozione. Occhio a Pescara e Perugia, poi in Serie B non si sa mai, basta guardare ad esempio il Modena dello scorso anno".

Ha giocato anche nella massima serie, con il Lecce. Chiusura con i giallorossi. Riusciranno a tornare in B?
"Secondo me ci riusciranno, hanno una squadra di primo livello. Me lo auguro e spero vivamente che ce la faranno per la piazza, la società gloriosa e tutto l'ambiente".

© Riproduzione riservata