Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Natali: "Bologna, spiace per una grande piazza. Futuro? Spero in A"

ESCLUSIVA TMW - Natali: "Bologna, spiace per una grande piazza. Futuro? Spero in A"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 13 giugno 2014, 11:572014
di Marco Conterio

Cesare Natali è uno dei veterani del calcio italiano ma ha la voglia di un ragazzo. "Sono pronto per ripartire", dice in esclusiva per Tuttomercatoweb.com. Già. Perché il contratto con il Bologna è in scadenza a giugno ed ora le proposte non mancano. "Per adesso sono in vacanza, vediamo quel che salta fuori. Non è un mercato facilissimo, è sempre dura, di questi tempi". Sorride, col suo solito fare sereno. Ma ha grinta, carica. Voglia, appunto. "C'è stato qualcosa all'estero, qualche pour parler. Preferirei restare in Italia, chiaramente in Serie A".
Quella che il suo Bologna ha perso, sul campo. Che bilancio fa della sua avventura?
"Lo scorso anno mi son fatto male, purtroppo: per me era importante star bene, ho fatto trentadue partite, poi ho preso quella squalifica di tre giornate, altrimenti ne avrei fatte pure di più.

Chiaro che il bilancio generale sia stato negativo: a Bologna son stato bene, mi è dispiaciuto tanto, per la gente e per l'ambiente".
Il suo rendimento è stato pure a lunghi tratti ben più che positivo.
"Ho fatto anche buone partite, ma quando c'è una situazione del genere, purtroppo si cancella tutto".
Parliamo del Bologna, ora tra le grandi decadute in B?
"Mi auguro che riescano a risolvere la situazione, a riportare la squadra dove merita una città meravigliosa. I tifosi ci hanno sostenuto sino alla fine, per loro non posso che sperare il meglio".
Par di capire che il vostro rapporto non andrà avanti.
"Se ci fossimo salvati, sarebbe stato più probabile. Così non ci sono state possibilità, li capisco. Vista la situazione d'incertezza, visti i problemi, ci sono situazioni più importanti dei singoli".
E lei?
"Sto bene, la mia disponibilità e professionalità è la stessa da quindici anni. Ho voglia di certi livelli, vedremo cosa succederà. Ma sono pronto a ripartire".

© Riproduzione riservata