Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fiorentina, Tenerani: "Un viola e un quasi viola brillano nella Croazia"

Fiorentina, Tenerani: "Un viola e un quasi viola brillano nella Croazia"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
sabato 14 giugno 2014, 08:302014
di Redazione TMW.
fonte Mario Tenerani

Operazione conclusa, salvo imprevisti incredibili che solo il calcio può prevedere. Fiorentina e Udinese si sono accordate per lasciare definitivamente Cuadrado a Firenze: per Udine partono 15 milioni di euro - che si aggiungono ai 6 già versati in due anni dai viola, prima per il prestito e poi per il riscatto della metà del cartellino -, ma i soldi viaggiano soli. Nessun giovane, infatti, dovrebbe salire su quel treno. Eppure l'Udinese, il diesse Giaretta non l'ha nascosto, avrebbe gradito una contropartita tecnica, oltre ai contanti. Babacar il primo della lista, ma pure Bernardeschi piaceva molto. In un primo momento la Fiorentina sembrava decisa a far partire Babacar, ma poi nella società è cominciato un giusto dibattito che ha portato, a meno di clamorose sorprese, ad una retromarcia brusca. I viola hanno scelto di pagare i 15 milioni, recuperando le risorse economiche attraverso altre cessioni, senza intaccare il patrimonio della meglio gioventù.
Lunedì la società annuncerà i dettagli della campagna abbonamenti e martedì, in occasione dell'inizio della rassegna Pitti Uomo, sbarcherà in città Andrea Della Valle. Toccherà, come giusto che sia, proprio al patròn viola dare l'annuncio della conquista di Cuadrado.
Che accadrà dopo? La volontà del presidente è quella di tenere per almeno un'altra stagione, la freccia colombiana a Firenze, ma le vie del calcio sono molteplici e imprevedibili. Se un grandissimo club bussasse alla porta dei viola e offrisse a Cuadrado un ingaggio a cinque stelle, sarebbe dura trattenerlo. Però, a quel punto, Della Valle potrebbe chiedere dai 40 milioni in sù per il suo gioiello, anche se rimaniamo convinti, conoscendo il modo di operare del patròn viola, che alla fine l'esterno sarà ancora viola.
L'esordio vincente e fortunato del Brasile ai Mondiali, ha messo in luce in una Croazia sorprendente un viola e un quasi...: Rebic e Vrsaljko.


Il primo è entrato a non molto dal termine, impattando benissimo nella sfida. Personalità, grinta, velocità, tanto da mettere in difficoltà Dani Alves. A Firenze ha avuto problemi per un infortunio e anche disciplinari: ricordate quando fece arrabbiare in mezzo alla stagione Montella perché il tecnico viola gli aveva chiesto di fermarsi e lui invece aveva giocato con la Croazia? E' indubbio che da allora tra allenatore e giocatore si sia rotto qualcosa: lo abbiamo rivisto nell'ultima di campionato segnare un bel gol al Torino. Forse, dopo la partita al Mondiale, Montella e i dirigenti faranno bene a fornire un'opportuna riflessione. Se Rebic ha questo profilo temperamentale significa che è pronto anche per la Fiorentina e si merita fiducia.
Vrsaljko ha giocato benissimo e non doveva essere titolare. Sistemato basso a sinistra, mentre nel Genoa spesso è stato impiegato alto a destra. Il croato ha mostrato molte doti. La Fiorentina prima di questa gara era vicina al suo acquisto, ora il prezzo è lievitato ancora, forse 7 milioni non bastano più... Però se Pradè e Macia saranno abili, questo diventerà un gran colpo per i viola. Magari il colpo dell'estate...

© foto di Federico De Luca