Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Grosseto, Marotta: "Nessuna trattativa con la Salernitana"

Grosseto, Marotta: "Nessuna trattativa con la Salernitana"TUTTO mercato WEB
© foto di Marco Farinazzo/TuttoLegaPro.com
giovedì 19 giugno 2014, 10:232014
di Luca Esposito

Tra i tanti nomi accostati alla Salernitana per il reparto offensivo c'è anche quello di Alessandro Marotta, tornato a Bari dopo l'esperienza di Grosseto. Come detto la scorsa settimana, però, il procuratore ha smentito l'esistenza di una trattativa ed il bomber, ai microfoni di TuttoSalernitana.com, ha fatto ulteriormente chiarezza.

Marotta, si parla di un suo arrivo a Salerno. Cosa c'è di vero?

"Nulla, non esiste alcuna trattativa, a me ed al mio procuratore non risulta l'interesse della Salernitana. So che a Salerno diversi organi di informazione hanno fatto il mio nome ed un vecchio proverbio dice che laddove tuona sempre prima o poi piove: se ne parla da tanto, può darsi che in fondo qualcosa di vero ci sia, magari la società ha chiesto informazioni direttamente al Bari e non mi è stato ancora comunicato nulla. E'un'ipotesi, niente di più, di certo c'è che sarebbe un sogno indossare la maglia granata".

Le piacerebbe restare a Bari o accetterebbe anche di giocare in Lega Pro?

"Non so ancora il Bari cosa deciderà, tra pochi giorni conosceremo l'esito delle comproprietà ed il quadro sarà più chiaro. Per una piazza come Salerno non sussisterebbe alcun problema di categoria, lo stadio è sempre pieno e ti trasmette una carica incredibile. Ad ora posso dire che le uniche chiamate che ho ricevuto provengono da Ascoli e Matera, altri due club di Prima Divisione con ambizioni importanti. A prescindere dalla futura destinazione, il mio obiettivo è quello di partire regolarmente per il ritiro e lavorare sodo in estate: sono una prima punta anche abbastanza fisica, la preparazione atletica è fondamentale".

Ha giocato a Grosseto lo scorso campionato, si aspettava la vittoria del Frosinone?

"Assolutamente sì, era la classica squadra di C con tanti elementi di personalità in tutti i reparti. Ad inizio anno ero convinto che avrebbe vinto come capolista, poi il Perugia ha sorpreso tutti e concluso il percorso nel migliore dei modi attraverso una serie di risultati importanti. Il campionato, alla fine, ha rispecchiato i veri valori, peccato per non essere riusciti a far meglio con il Grosseto. Obodo? Siamo stati compagni di squadra in Toscana, un ottimo calciatore: non sapevo fosse stato accostato alla Salernitana, certo sarebbe bello ritrovarlo tra qualche settimana a Salerno".

Ha detto che il pubblico è una componente che a Salerno incide molto. Quanto le piacerebbe provare le emozioni che trasmette uno stadio come l'Arechi?

"Sarebbe un sogno, non è la solita frase fatta. Quando si crea un rapporto viscerale tra tifoseria e squadra hai davvero la sensazione di giocare con un uomo in più dell'avversario, a Salerno il pubblico è determinante per le sorti della Salernitana. Certo, la società dovrà comunque allestire un organico di alto livello, ma quando la gente spinge è decisamente più facile portare a casa una vittoria".