Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Hamsik, dalle doppiette all'amarezza Porto. Solo un infortunio?

Hamsik, dalle doppiette all'amarezza Porto. Solo un infortunio?TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
venerdì 14 marzo 2014, 15:362014
di Andrea Losapio

Marek Hamsik, nelle prime due giornate di questo campionato, sembrava l'uomo copertina da contrapporre ai tanti volti di una Juventus inarrestabile. La risposta azzurra a Vidal, per completezza, autorevolezza e gol. Sulle spalle di Higuain invece ricadeva il paragone con Tevez, che non è stato certo disatteso, soprattutto in Europa (laddove l'argentino è risultato poco più che disperso). Se la sfida a passi di tango è più o meno pari - Higuain ha praticamente addosso tutto il peso dell'attacco, la Juventus ha molte più alternative pur avendo in Tevez l'interprete principe - il cileno ha un rendimento decisamente superiore. Probabilmente anche a causa dell'infortunio che ha bloccato lo slovacco nel suo momento migliore e che, attualmente, pare avere strascichi sul fisico - e sulla tenuta mentale - tanto da farlo vagare in campo come l'ombra di se stesso.


Va detto che Hamsik non ha nessuna intenzione di lasciare Napoli (anni fa ne aveva la possibilità, per finire al Milan) e l'ammissione di ieri sera - "Devo solo ritrovare me stesso" - lascia trasparire qualche problema al di là della condizione. Forse il problema è la posizione che occupa nel gioco di Benitez, ma obiettivamente è impensabile che sia solo un problema tattico, considerata l'involuzione che sta attraversando. Perché, appunto, nei primi due appuntamenti di Serie A Hamsik aveva siglato due gol alla volta, dimostrando anche una certa propensione ad alcuni meccanismi che fanno crescere il gioco del tecnico iberico. Poi solo due reti, tra Catania e Livorno, poi solo qualche assist. Basterà ritrovare la via della rete per avere di nuovo il miglior Hamsik?