Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Los Cafeteros si bevono la Grecia: vince la qualità

Los Cafeteros si bevono la Grecia: vince la qualitàTUTTO mercato WEB
© foto di Nicolo' Zangirolami/Image Sport
sabato 14 giugno 2014, 20:092014
di Antonio Vitiello

C'erano poche chance per la Grecia di mettere in seria difficoltà una corazzata come la Colombia, una delle squadra qualitativamente migliori della manifestazione. Esperienza in difesa (forse il reparto meno importante), velocità sulle fasce con Zuniga e Armero, imprevedibilità e tecnica individuale da vendere con Cuadrado, Ibarbo, Rodriguez e Gutierrez. Los Cafeteros hanno superato con estrema facilità il primo ostacolo di questo mondiale in Brasile, pur non potendo contare sul bomber principe Radamel Falcao.

IL PROTAGONISTA - La Colombia ha mostrato anche una grande compattezza di squadra. In tanti hanno giocato concentrati per più di novanta minuti, concedendo pochissime occasioni alla Grecia (tranne per la traversa di Gekas). James Rodríguez maggiormente in risalto rispetto al resto dei compagni per la continuità delle giocate. E' il fulcro della manovra, si fa trovare sempre pronto e nel finale di gara ha trovato il meritato gol del 3-0. Uno dei talenti più puri di questa manifestazione.

LA MOSSA VINCENTE - Conferme positive arrivano anche per Cuadrado, che ha propiziato il vantaggio di Armero. Dribbling e facilità nel saltare l'uomo. La Fiorentina lo vuole a tutti i costi e farebbe l'investimento della vita, la serie A ha bisogno di giocatori come lui per divertirsi. Schierato in questa posizione ha spaccato immediatamente la partita.

POTEVA FAR MEGLIO - La Grecia invece è poca cosa, in particolare a centrocampo. Qualitativamente il livello è basso. In avanti sono arrivati pochi palloni giocabili, mentre in difesa hanno retto finchè possibile Papastathopoulos e Manolas. Il migliore degli ellenici è il romanista Torosidis che ha creato le maggiori preoccupazioni alla difesa colombiana. Gekas poteva fare molto meglio. L'attaccante ellenico a botta sicura ha colpito la traversa a un metro dalla porta. Con la rete del 2-1 avrebbe potuto riaprire i giochi.