Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il Manchester non impara, Pereira come Pogba

Il Manchester non impara, Pereira come PogbaTUTTO mercato WEB
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
domenica 21 settembre 2014, 21:242014
di Ivan Cardia

L'era post-Ferguson si è aperta nel peggiore dei modi per il Manchester United, tra la disastrosa gestione di David Moyes e l'inizio non certo esaltante di Louis Van Gaal. A fare da contraltare alle prestazioni dei Red Devils vi sono quelle di Paul Pogba, al terzo anno con la Juventus e ormai da inserire a pieno titolo nel novero dei migliori centrocampisti europei. Un rammarico in più, per chi si era fabbricato l'oro in casa e se lo è visto scippare, ma lo United non sembra aver imparato del tutto la lezione.

Ora potrebbe essere il turno di Andreas Pereira (18), centrocampista belga cresciuto nel vivaio del PSG e portato all'Old Trafford da Alex Ferguson alla tenera età di 15 anni. Il giovane, che ha compiuto 18 anni ad inizio anno, nonostante sia già stato portato in panchina da Van Gaal, è in attesa di un contratto da professionista, in attesa del quale può trattare con qualsiasi altro club, considerato che il suo contratto attuale scade a giugno. Una bella gatta da pelare per il tecnico olandese, che avrà altro a cui pensare, ma ha sempre costruito la sua filosofia di gioco sulla crescita dei giovani ed ora non vorrebbe certo farsi sfilare un gioiellino ancora stretto tra le sue mani.