Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il punto sulla A - La Roma ha in pugno il secondo posto

Il punto sulla A - La Roma ha in pugno il secondo postoTUTTO mercato WEB
© foto di CIRO SARPA
lunedì 24 marzo 2014, 07:002014
di Raimondo De Magistris

La seconda vittoria consecutiva della Fiorentina ha probabilmente sancito la fine del duello per il secondo posto. La squadra di Montella è passata 1-0 al San Paolo contro il Napoli e ha allontanato in maniera quasi definitiva la squadra di Benitez dalla Roma che meno di 24 ore prima aveva avuto vita facile al Bentegodi contro il Chievo Verona. Se una settimana fa la compagine partenopea ha messo in nostra un invidiabile cinismo, ieri - così come accaduto in Europa contro il Porto - gli azzurri hanno avuto il demerito di sprecare tante occasioni lasciando a galla una squadra che nella ripresa ha preso campo grazie alla superiorità numerica. Difficile affrontare un avversario di livello in undici contro dieci, ancor di più quando giochi ogni tre giorni e sei a marzo in una stagione in cui sei in campo per il tuo 43esimo impegno ufficiale.
Il gol di Joaquin, quindi, ha probabilmente messo fine a una delle ultime sfide che poteva riservarci questo finale di stagione. Con sei punti in meno (sette se si considerano gli scontri diretti) e una partita in più al Napoli potrebbe non bastare vincere le ultime nove per tornare in corsa visto il ritmo da ben oltre i due punti a partita che sta tenendo la Roma.

Nelle posizioni di vertice, a questo punto, c'è in bilico solo la qualificazione alla prossima Europa League. Tra le squadre in corsa il Parma ha conquistato al Tardini il 17esimo risultato utile consecutivo ma l'1-1 contro il Genoa sembra più un mezzo passo falso che uno scatto in avanti. Pareggio anche della Lazio nel posticipo contro il Milan, mentre l'Inter ha fatto addirittura peggio ed è andata ko a San Siro contro l'Atalanta. Dopo aver colpito ben tre legni nella ripresa, la squadra di Mazzarri è capitolata nel finale a causa del colpo di testa di Bonaventura.
Frenata generale, insomma, che non evita comunque l'uscita di scena dell'Hellas Verona dalla corsa per l'Europa. La squadra di Mandorlini ha incassato ben cinque reti a Genova contro la Sampdoria certificando così il momento negativo con la terza sconfitta consecutiva.

E' tornato al successo dopo quattro ko il Torino di Ventura. Nel primo anticipo della 29esima giornata la squadra granata ha messo al tappeto il Livorno grazie a uno straripante Ciro Immobile che ha segnato la sua prima tripletta in Serie A. Gol di pregevole fattura che gli hanno permesso per qualche ora di stare da solo in vetta alla classifica cannonieri. Una leadership durata poco più di una giornata, fino alla discesa in campo della Juve di Carlos Tevez che con un diagonale ha deciso la sfida contro il Catania, regalato ai bianconeri il 25esimo successo in 29 partite e affiancato in vetta alla classifica dei bomber il centravanti di Torre Annunziata.
Chiosa finale sulla corsa salvezza che ha fatto registrare la vittoria del Bologna nel delicato incrocio contro il Cagliari. Una partita senza troppe emozioni, decisa nella ripresa dal rigore trasformato da Christodoulopoulos, ha permesso a Ballardini e ai suoi ragazzi di fare un balzo in avanti importantissimo viste le contemporanee sconfitte di tutte le altre squadre in corsa.
Adesso, però, per il Bologna non è tempo di festeggiare. C'è il turno infrasettimanale e mercoledì i rossoblu sono attesi da un'altra gara importantissima come quella del Bentegodi contro il Chievo Verona.