Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il riscatto della A: tutti gli affari impostati con la Premier e i top club coinvolti

Il riscatto della A: tutti gli affari impostati con la Premier e i top club coinvoltiTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Sport Image
mercoledì 19 marzo 2014, 14:002014
di Gianluigi Longari

Una compenetrazione assoluta. E' questo che potrebbe accadere nella prossima sessione di mercato tra la nostra serie A e la Premier League. Mai come in questa stagione, infatti, il modello inglese è stato preso ad esempio non solo nell'impostazione di nuovi modelli societari suggeriti da nuovi proprietari (vedi Inter e Roma) ma anche nel reperimento di calciatori che dall'Inghilterra potrebbero trovare nuova linfa nel nostro movimento calcistico.
Vidic ha già firmato per l'Inter ed il suo trasferimento è già stato largamente annunciato, ma l'attuale capitano del Manchester United potrebbe fare da apripista a questa nuova tendenza.

Si è parlato di Evra e Sagna in orbita Inter ma con la Juventus comunque sempre piuttosto vigile, ma attenzione anche a Luis Nani che dopo avere sfiorato per anni la destinazione italiana potrebbe veramente proseguire a casa nostra la sua carriera. Lo stesso discorso di Javier el Chicharito Hernandez per cui l'Inter sta sgomitando con il Valencia, o di John Obi Mikel per il quale rischia di scatenarsi un vero e proprio derby (milanese) di mercato.
La Roma a sua volta si è appuntata il nome di Wilfried Bony dello Swansea identificandolo come il principale obiettivo per il prossimo mercato, mentre percorso opposto potrebbero fare Giovinco e Quagliarella che faticano alla Juventus e piacciono molto all'Arsenal di Wenger.
Un percorso di avvicinamento al campionato che ci ha spodestati dal trono di torneo più competitivo del continente, con l'aggiunta di affari finalmente non più a senso unico.