Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

James, Julio Cesar e i cartellini all'Uruguay: top e flop del Mondiale

James, Julio Cesar e i cartellini all'Uruguay: top e flop del MondialeTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 29 giugno 2014, 07:152014
di Andrea Losapio

Passano le favorite alla vigilia, ovverosia Brasile e Colombia, pur con qualche difficoltà di troppo per i primi: al centodiciannovesimo devono ringraziare la loro buona stella per evitare un Mineirazo ancor prima della finale. I verdeoro dovranno fare di meglio contro i Cafeteros nei quarti, assolutamente protagonisti nel match contro l'Uruguay.

I top

James Rodriguez - Un gol strepitoso, perché oltre al tiro - che chiunque potrebbe azzeccare, il bello del calcio è anche questo - è lo stop a fare la differenza: gran parte degli attaccanti avrebbe stoppato per un centrocampista a rimorchio, lui, tramite visione periferica, si attacca il pallone al petto e lo sgancia solo per mortificare Muslera.

Julio Cesar - Due rigori parati, uno sfiorato (ma centrale) e l'altro comunque intuito. E poi una grandissima parata su Aranguiz che vale praticamente il passaggio del turno.

Il Cile - Gran bella squadra, la Roja. Non si arrende mai, va sotto contro il Brasile - per un gol della maglietta di David Luiz - ma poi recupera. Sampaoli ha fatto un grande lavoro, pur avendo un Vidal a mezzo servizio che non gli poteva garantire più di ottanta minuti.

I flop

I cartellini all'Uruguay - Pronti via, tre falli in cinque minuti di cui due almeno da giallo. Poi tanti piccoli scontri di gioco, qualche sgambetto da dietro, un calcio di Gaston ramirez che sarebbe da nero. Insomma, per avere un espulso - a parte Lugano alla prima partita - non si sa cosa dovrebbe fare l'équipe di Tabarez.

La traversa di Pinilla - Centodiciannovesimo, Pinilla, Sanchez, Pinilla, traversa praticamente sfondata. Julio Cesar soffia per sperare che il tiro del calciatore del Cagliari finisca alto, ma la realtà è che avrebbe potuto essere paragonato a Schiaffino e Ghiggia per il resto della sua vita. Invece lascia l'onore - e l'onere - a James Rodriguez.

Fred - Inguardabile, statico, inutile. Ma un centravanti migliore proprio non c'è?