Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Allegri: "Domani nessuno stravolgimento. Tutti recuperati post sosta"

LIVE TMW - Allegri: "Domani nessuno stravolgimento. Tutti recuperati post sosta"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 23 settembre 2014, 13:052014
di Giulia Borletto
Dall'inviata a Vinovo

Seconda conferenza stampa in pochi giorni per Massimiliano Allegri. Questo mercoledì la Juve sarà impegnata allo Stadium con il Cesena, la prossima settimana invece ci sarà la trasferta a Madrid di Champions. Si comincia però parlando di Vidal e l'attacco. "Vidal si è allenato con la squadra da 3-4 giorni. Non è al 100% e deve mettere nelle gambe minutaggio. Abbiamo giocatori adesso che purtroppo a causa di infortuni hanno perso allenamenti. Dovrò quindi essere bravo e fortunato a bilanciare il lavoro e le partite, non voglio andare incontro ad un nuovo infortunio. Morata? Vorrei vederlo 90' in campo. È un giocatore di grandi qualità, ma non scordiamoci che è rientrato solo con l'Udinese, veniva da un mese di inattività. C'è bisogno di inserirlo piano piano".

Un mancino a destra? "Ogbonna è cresciuto molto in autostima e sicurezza. Deve ancora migliorare perché ha delle grandi qualità. A Milano è entrato senza paura. Il ct Conte ha detto che la Juve è più forte dell'anno scorso? Sono molto sereno".

Stupito di Tevez fuori dalla nazionale? "Non sono il commissario tecnico. Tevez sta facendo delle grandi cose come l'anno scorso. Per me meriterebbe la nazionale ma non sono io il ct. Pereyra è una novità per la Nazionale ma con la Juve sta facendo delle grandi cose".

Cesena? "È in un buon momento di forma. Concede poco, in tre partite ha subito solo 9 calci d'angolo quindi difende bene. Per vincere i campionati bisogna vincere soprattutto con le piccole così da arrivare agli scontri diretti forti di una posizione privilegiata. Non cambierò tutta la formazione. Siamo all'inizio e non c'è bisogno di cambi per far rifiatare nessuno".

I cambi in corsa come al Milan? "Morata e Coman come caratteristiche, Pereyra quando sarà in panchina: ci sono diversi giocatori in grado di entrare dalla panchina. Da dopo la sosta avrò bisogno di una buona condizione per affrontare tutte le partite, cosa che fino ad adesso non è accaduto. Fare stravolgimenti adesso come modulo non ha senso, possiamo però fare degli accorgimenti. Quando un allenatore ha 20 giocatori affidabili si può parlare di sole scelte tecniche. Scelgo la formazione in base alla partita del momento, non quella successiva".

Lotta scudetto? "È troppo presto per dire se è o meno una corsa a due solo con la Roma. Ci sono troppe partite in ballo ancora. Inter, Milan, Napoli, Lazio, Fiorentina, sono tutte possibili avversarie. Dovremo essere bravi ad affrontare tutte le partite con la giusta condizione".

Quando riavere tutti gli infortunati? Evra si è integrato di più? "Il tempo di recupero di Barzagli sarà il 1 ottobre. Contro l'Udinese avevo bisogno a livello numerico di portarlo, ma lui sta cercando di migliorare giorno dopo giorno perché gli intoppi sono sempre dietro l'angolo. Caceres non è niente di grave dovrebbe essere a disposizione con l'Atletico. Pirlo farà gli esami in settimana ma sta già calciando. Evra si sta inserendo molto bene e domani credo potrebbe giocare".