Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Napoli, Benitez: "Jorginho acquisto per il presente e per il futuro"

LIVE TMW - Napoli, Benitez: "Jorginho acquisto per il presente e per il futuro"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 18 gennaio 2014, 12:472014
di Luca Bargellini
PREMI F5 PER AGGIORNARE LA PAGINA

Queste le parole in conferenza stampa del tecnico del Napoli Rafael Benitez alla vigilia del match contro il Bologna al "Dall'Ara":

L'acquisto di Jorginho? "Sono sorridente perché ho visto allenare la squadra, ma è chiaro che Jorginho è qua. Ancora c'è da perfezionare l'accordo".

Bastos? "Adesso è giusto pensare solo alla gara di Bologna".

Hamsik domani? "Si sta allenando con la squadra. Devo parlare con lui prima di decidere".

Domani chi ha l'impegno più difficile fra noi, Roma e Juve? "Non lo so e voglio pensare solo alla mia squadra. Noi dobbiamo stare concentrati e attenti per portare a casa il risultato".

Migliorata la fase difensiva? "Credo che sia l'intera squadra ad essere migliorata sul piano difensivo. La nostra è una mentalità prettamente offensiva e serve equilibrio in campo. C'è più compattezza".

Il Bologna con il nuovo tecnico? "Questa da una parte è una brutta notizia perché un tecnico viene allontanato, dall'altra c'è un nuovo allenatore che trova lavoro. La squadra darà il massimo e cercherà di fare tutto per risollevarsi in classifica".

Dove posizionare Jorginho? "Capisco la curiosità, ma ancora l'ufficialità del trasferimento non c'è . Ogni giocatore che arriverà in questi giorni sarà importante per alzare il livello dell'allenamento".

Il momento di Insigne? "Ho parlato con lui. E' felice, è contento per le due reti che sono arrivate".

Gli infortunati? "Non è sempre fare il punto. I ragazzi sono sotto controllo, ma è inutile dire qualcosa prima dell'effettivo rientro. Zuniga, Mesto, Reina e Behrami vanno meglio ma non posso dire quanto".

Il passaggio alla difesa a tre nell'ultimo turno di campionato? "Con la Lazio abbiamo giocato con il 4-3-3 e domenica scorsa abbiamo scelto la difesa a tre contro tre attaccanti avversari. In questo modo potevamo difendere meglio e ripartire".

Tutti gli scontri diretti in casa nel girone di ritorno? "Il San Paolo contro le grandi squadre può aiutarci. Può essere una cosa positiva".

Obiettivi del campionato? "Io penso alla prossima partita, non faccio i conti adesso. Ogni partita che arriva per noi è sempre più difficile di quelle della Juve che ha un vantaggio importante. Per questo dobbiamo pensare a vincere sempre e poi vedere dove saremo fra due o tre mesi".

Conte preoccupato per il mercato di Napoli e Roma? "Conte ha messo le mani avanti, ma ha chiaramente fiducia nei propri ragazzi e il campionato dipende da loro".

Firmare sullo stesso bottino di punti dell'andata per il girone di ritorno? "Io credo che nel calcio parlare di quello che abbiamo fatto e di quello che dobbiamo fare non è semplice. Quello che dobbiamo fare è lavorare giorno dopo giorno. Finora abbiamo fatto bene in gare complicate e magari sbagliato in match che sembravano più semplici".

Ancora sulla fase difensiva: "La squadra deve affrontare insieme la fase difensiva. Anche Higuain può darci una mano perché agevola il compito dei difensori. Il messaggio deve essere sempre positivo. Serve creare una struttura utile anche per il futuro".

Jorginho? E' un giocatore giovane, che può essere utile sia per il presente che per il futuro. In più è italiano".

Se non arriva un difensore sarà riprovato Cannavaro? "Con Bigon parliamo, valutiamo, e pensiamo anche al futuro oltre che al presente. Prendere difensori migliori dei nostri non è facile. Stiamo lavorando, Bigon viaggia ovunque e sappiamo i nostri obiettivi".

Ancora sul mercato: "Se troviamo il giocatore giusto, tipo Jorginho, per il presente ed il futuro, con esperienza già in Italia e voglia di venire qui. Non è facile trovarli, superiori al livello di quelli che già abbiamo. E' un mercato per migliorare, ma non si può rischiare di buttare soldi per fare qualcosa".

Callejon finto centravanti ricorda un po' la Roma con Totti punta. E' un'alternativa ad Higuain anche considerando Duvan? "Duvan sta molto meglio rispetto all'inizio, ma ha bisogno di partite per trovare fiducia e non è facile. Callejon nasce attaccante, ora gioca sulla fascia, ma può farlo perfettamente perché si inserisce ed è una possibilità dal punto di vista tattico".