Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Napoli cinico e fortunato. Dagli ottavi bisognerà cambiare registro

Napoli cinico e fortunato. Dagli ottavi bisognerà cambiare registroTUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
venerdì 28 febbraio 2014, 07:002014
di Raimondo De Magistris

Napoli agli ottavi, Swansea a casa ma a testa alta e immeritatamente. Quella che è una considerazione trita e ritrita fotografa bene il doppio confronto di Europa League che ha premiato la squadra di Benitez. Valutando le occasioni e il gioco espresso, infatti, la squadra di Monk avrebbe meritato la qualificazione, complice una differenza di intensità che è apparsa schiacciante a favore dei gallesi. All'andata solo una grande prestazione dei portieri - Rafael prima e Reina poi - evitò il tracollo agli azzurri, esattamente la stessa musica suonata sette giorni dopo col portiere spagnolo che con almeno tre interventi prodigiosi s'è guadagnato il premio di migliore in campo.
Qualificazione fortunata, insomma, quella conquistata dal Napoli, che ha comunque dimostrato un cinismo da grande squadra capitalizzando la prima occasione a disposizione nella ripresa. Lo Swansea, infatti, stava agevolmente controllando il pareggio, ma dopo il colpo di testa di Bony neutralizzato da Reina ha avuto il demerito di abbassare troppo il baricentro consegnando così il pallone ai padroni di casa che fino ad allora nella ripresa non avevano mai dettato il gioco.

Determinante nell'economia della partita l'ingresso in campo di Dries Mertens. Se, infatti, Lorenzo Insigne ha avuto il merito di regalare al Napoli il primo vantaggio, l'esterno belga ha cambiato il volto della ripresa con le sue accelerazioni che hanno mandato in tilt la difesa avversaria. Non è un caso, quindi, che il gol di Gonzalo Higuain sia nato sulla sua corsia e grazie a una sua giocata, non è un caso che con l'ex Psv in campo la manovra azzurra abbia acquistato vivacità.
E' chiaro però che se il Napoli vorrà arrivare fino in fondo a questa competizione non potrà vivere di giocate sporadiche. Tra quindici giorni di fronte ci sarà il Porto ed è difficile pensare che la compagine lusitana possa fallire tutti i match-point che lo Swansea ha gettato al vento in 180 minuti.