Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Paloschi trascina Chievo, Bologna in astinenza e a un passo dal baratro

Paloschi trascina Chievo, Bologna in astinenza e a un passo dal baratroTUTTO mercato WEB
© foto di PHOTOVIEWS
giovedì 27 marzo 2014, 07:252014
di Marco Frattino

Missione compiuta per il Chievo nella serata del Bentegodi, dove ieri la formazione veronese ha battuto senza troppe difficoltà il Bologna per 3-0. Sconfitta senza appello per la compagine di mister Ballardini, in gara appena 7' ed 'uscita' virtualmente dal campo dopo la perfetta esecuzione di Paloschi dagli undici metri. È dunque durata pochi minuti la gara degli emiliani, giusto il tempo del fallo da rigore di Garics ai danni di Rubin che l'arbitro Rocchi non ha avuto dubbi a sanzionare con la massima punizione. È durata pochissimo anche la partita dell'esterno austriaco ex Napoli, richiamato in panchina dopo circa mezz'ora per provare a dare una svolta al Bologna. A nulla è valso l'ingresso in campo di Laxalt, un fantasma durante l'ora di gioco trascorsa in campo. Maggior verve è stata data invece dagli ingressi Cristaldo e Ibson nella ripresa, fermati però dall'esperta difesa clivense formata da Dainelli e Cesar.

FELSINEI A UN PASSO DAL BARATRO. In casa Bologna ora diventano preoccupanti due dati: il primo è legato ai gol su azione che mancano dallo scorso 9 febbraio, mentre gli ultimi due in assoluto sono stati siglati da Christodoulopoulos dagli undici metri contro Livorno e Cagliari. Senza gol su azione, conquistare la salvezza diventa quasi una 'mission impossible' come dimostra la classifica che in pochi giorni potrebbe trasformarsi da difficile in tragica: l'altro dato è legato proprio alla graduatoria, che vede il Bologna in vantaggio di appena due punti sulla terzultima in classifica. Reduci da quattro sconfitte nelle ultime sette gare, i felsinei sono dunque a un passo dal baratro e la situazione - qualora non dovesse arrivare la cosiddetta 'scossa' - potrebbe peggiorare ulteriormente già nel prossimo weekend.

CLIVENSI SULLA STRADA GIUSTA. Il Chievo non ha invece fallito l'appuntamento nello scontro diretto, conquistando tre punti di vitale importanza che proiettano i clivensi - almeno momentaneamente - fuori dalle sabbie mobili della zona retrocessione sorpassando proprio il Bologna. Corini può ora vantare 27 punti, mentre i felsinei sono fermi a 26. Tra le fila dei veneti è da sottolineare l'attenta prestazione del reparto arretrato, così come quelle di Rigoni e Paloschi senza trascurare la positiva prova offerta da Obinna. Proprio l'ex Milan si rivela determinante con la sua doppietta che lo porta a quota dieci reti in campionato, mentre l'ex Vicenza ha coronato una grande prestazione con il gol nel finale ispirato dall'insolito assist del difensore Dainelli. Ora sotto col prossimo impegno: il Chievo sarà di scena contro il Milan, il Bologna farà visita all'Atalanta che sul proprio campo ha perso pochi colpi in questa stagione.