Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Reazione spagnola o flop incredibile? Cinque motivi per seguire Spagna-Cile

Reazione spagnola o flop incredibile? Cinque motivi per seguire Spagna-CileTUTTO mercato WEB
© foto di Image Sport
mercoledì 18 giugno 2014, 06:452014
di Antonio Gaito

Gli occhi di tutto il mondo saranno puntati quest'oggi alle 21 italiane al Maracanã. Nello storico impianto di Rio de Janeiro scenderanno in campo, per la seconda giornata del gruppo B, i campioni in carica della Spagna, reduci dalla dura batosta subita dall'Olanda, che rischiano non poco contro il Cile, vittorioso invece per 3-1 sull'Australia.

Il riscatto della Spagna - Il tema principale è capire se la figuraccia con l'Olanda sia stata solo un incidente di percorso, oppure se s'è rotto qualcosa nel meccanismo perfetto della Spagna. Da capire soprattutto se la difesa Vicente del Bosque riuscirà a voltare pagina dopo i disastri del match d'esordio. Non si potrà più sbagliare, un ulteriore passo falso porterebbe ad una clamorosa eliminazione ai gironi.

La conferma del Cile - Dall'altra parte sono attese conferme importanti perchè la vittoria all'esordio degli uomini di Sampaoli non ha convinto più di tanto. Il 3-1 è stato abbastanza sofferto e l'Australia creò non pochi grattacapi fino al momento del gol sicurezza di Beausejour arrivato soltanto al 90'. La risposta migliore non può che arrivare contro i campioni in carica, nella gara chiave per il passaggio del turno.

Le reazione di Casillas - Imbarazzante all'esordio con l'Olanda. L'istantanea del portiere spagnolo in ginocchio, consapevole di avere grosse responsabilità su almeno tre dei cinque gol subiti, ha fatto il giro del mondo e non ci sono dubbi che i riflettori saranno puntati soprattutto su di lui. Bisogna voltare immediatamente pagina, un'altra prova così disastrosa potrebbe costare il Mondiale ai suoi.

La crescita di Vidal - Il rendimento del Cile è legato molto alle condizioni del suo uomo chiave, Arturo Vidal, reduce dall'intervento al ginocchio. All'esordio poco meno di un'ora di gioco prima del cambio, dopo una prova tutt'altro che convincente. Nonostante le qualità tecniche, ritmo ed intensità sono le doti che hanno portato il cileno a diventare uno dei centrocampisti più ambiti d'Europa. E' chiamato ad essere subito al top, tra una settimana potrebbe essere già troppo tardi per la sua nazionale.

Del Bosque cambia - Nessuna rivoluzione, ma il Ct spagnolo potrebbe cambiare tre giocatori rispetto alla gara d'esordio. In attacco Diego Costa potrebbe partire dalla panchina (Pedro, Villa o Torres le alternative) mentre a centrocampo Javi Martinez sembra in vantaggio rispetto a Busquets, tra i più deludenti all'esordio. La dura sconfitta potrebbe costare la maglia da titolare anche a Silva: Del Bosque potrebbe lanciare Koke.