Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Salernitana, ancora una vittoria in zona Cesarini

Salernitana, ancora una vittoria in zona CesariniTUTTO mercato WEB
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
sabato 20 settembre 2014, 22:002014
di Luca Esposito
fonte TuttoSalernitana.com

Chi la dura, la vince. La Salernitana ci ha preso gusto a vincere nel finale di gara ed i suoi calciatori sembrano farsi concorrenza nel risolvere le partite nei frangenti finali. La gloria stavolta è spettata a Caetano Calil (nella foto), provvidenziale risolutore di una sfida che ormai pareva incanalarsi verso uno 0-0 che sarebbe andato stretto ai granata, in virtù delle maggiori occasioni create e della manifesta inferiorità tecnica degli opponenti. Mai i padroni di casa calabresi hanno dato l'impressione di poter dare filo da torcere ad una Salernitana scesa in campo con modulo spregiudicato e capace di cambiare atteggiamento a gara in corso. Mendicino e Negro, utilizzati dal primo minuto quasi a furor di popolo, hanno deluso le attese: gli ingressi di Mounard, ottimo il suo impatto sulla gara, e di Calil, da applausi la sua marcatura al volo, hanno permesso di imprimere la svolta decisiva alla gara. Da evidenziare la grande copertura del centrocampo e della difesa: Gori si è dovuto sporcare i guanti in poche circostanze ed ha mantenuto inviolata la propria porta per la prima volta in campionato. Quarto risultato utile consecutivo e primo posto, seppur in coabitazione con altre formazioni: nonostante vi siano ancora evidenti limiti nella costruzione della manovra, la Salernitana marcia veloce e fa sognare i propri tifosi.

Le Pagelle di TuttoSalernitana.com

Gori 6,5: un solo grande intervento, ma determinate ai fini del risultato. Nella ripresa un paio di ottime uscite
Colombo 6: adattato in veste di terzino sinistro garantisce qualità e quantità. Meglio nella ripresa che nei primi 45'
Tuia 7: dopo un inizio balbettante prende in mano le redini della difesa e disputa una grandissima partita. Insuperabile di testa
Trevisan 7: in crescita di condizione, annulla gli attaccanti avversari
Lanzaro 5,5: non è ancora al top della forma, ma sopperisce con l'esperienza e tiene a bada Improda
Pestrin 6: solito leone del centrocampo, perde due palloni sanguinosi che potevano costar caro
Favasuli 6: è l'elemento che mancava per conferire le giuste geometrie al centrocampo granata. Fondamentale negli ultimi 20'
Gabionetta 5-: si intestardisce con dribbling infruttuosi e viene puntualmente fermato dall'avversario di turno. Delusione
Mendicino 6: tanta generosità, ma stavolta non riesce a rendersi pericoloso in avanti
Negro 6: buoni numeri e tanta determinazione, nel primo tempo è il più pericoloso del reparto offensivo
Nalini 6,5: si conferma la più piacevole sorpresa di questo inizio di campionato. Vince praticamente tutti i duelli con Rapisarda guadagnandosi gli applausi anche del pubblico locale
Mounard 6,5: entro con la voglia di spaccare il mondo e dopo due minuti sfiora un grande gol. Prezioso anche in fase di non possesso
Calil 7: un gol da antologia che mette a tacere le ingenerose critiche che ha ricevuto. In evidente progresso dal punto di vista fisico
Volpe: sv
Menichini 6,5: i fatti gli danno ragione: Negro dall'inizio non incide come in corso d'opera. Ancora una volta perfetto nei cambi, la squadra incarna il suo carattere combattivo