Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Sampdoria, Viviano: "Derby sentito, ma ciò che conta è il campionato"

Sampdoria, Viviano: "Derby sentito, ma ciò che conta è il campionato"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
venerdì 26 settembre 2014, 18:232014
di Alessandra Stefanelli

Emiliano Viviano, portiere della Sampdoria, ha presentato ai microfoni di Sky Sport il sentitissimo derby contro il Genoa: "È la prima volta che vivo questo derby, la rivalità la sentiamo ma speriamo che non ci condizioni - ha detto -. La città ci fa vivere molto la rivalità, dovremo essere bravi a restare freddi. Io preferisco fare poco in campo perché vuol dire che la squadra ha fatto bene e non ha avuto bisogno di me. Abbiamo in squadra dei giocatori che hanno vissuto tanti derby, dobbiamo capire che c'è un campionato da giocare e che una partita, per quanto importante, non può condizionare un campionato. In un derby non ci sono favorite neanche quando c'è tanto divario, figurarsi ora che siamo così vicine. Da parte nostra vogliamo mettere punti in cascina per finire bene la stagione, speriamo di chiudere il campionato nella parte sinistra e davanti al Genoa".

Su Ferrero e Mihajlovic: "Mi sembra che lui viva tutte le partite con grande calore, ha allestito una buona squadra, poi sono sempre i risultati quelli che danno o meno entusiasmo. Mihajlovic? Il mister ha avuto la fortuna/sfortuna di giocare in tutte le squadre in cui c'erano derby, quindi conosce bene queste sfide e le prepara bene. È un allenatore che dice sempre quello che pensa e non è facile da trovare uno così".

Su Perin: "È stato IL protagonista di queste prime giornate, è in ascesa e gli auguro di fare bene, magari da dopo la sfida contro di noi. Chi temo tra gli attaccanti? Non lo dico perché porta male".