Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Spezia. Mangia: "Non ci spaventiamo e continuiamo a lavorare"

Spezia. Mangia: "Non ci spaventiamo e continuiamo a lavorare"
mercoledì 26 marzo 2014, 11:212014
di Gianluca Losco

Non riesce ancora a trovare continuità lo Spezia di Mangia: dopo la vittoria di Brescia, ieri è arrivata la sconfitta casalinga contro il Trapani. Il tecnico ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al termine della gara, raccolte dal sito ufficiale del club acspezia.com: "Siamo partiti bene, poi ci siamo un po' disuniti, abbiamo perso le distanze e loro hanno trovato il vantaggio, mentre nella ripresa abbiamo provato in tutti i modi a pareggiare, nonostante l'inferiorità numerica, ma il loro portiere ha parato tutto. La posizione di Bellomo?Ebagua? Ha fatto la sua parte così come l'hanno fatta i suoi compagni, quando si vince siamo bravi tutti e quando si perde non vado a colpevolizzare i singoli, ci sono stati degli errori che analizzeremo in settimana con calma. Madonna centrale? Per me è stato il migliore della difesa, ha fatto una partita perfetta, è stata una mia scelta schierarlo centrale e sono soddisfatto di quanto ha fatto.

Dobbiamo cercare di capire perché in casa facciamo fatica, mentre in trasferta siamo oggettivamente un'altra squadra; è il problema più grosso che abbiamo al momento, dobbiamo lavorare per risolverlo, perché non c'è cosa più bella che giocare davanti ai propri tifosi e l'unica soluzione è lavorarci in settimana. Dobbiamo dare qualcosa in più, ma non dobbiamo spaventarci, bensì lavorare per allontanare i brutti pensieri ed invertire la rotta. Non so se è un problema di serenità, ma è un dato di fatto che partiamo sempre bene, ma poi con il passare dei minuti perdiamo mordente, quindi dobbiamo crescere in questo, allontanando i pensieri cattivi e mantenendo tranquillità e serenità. Per me tutti i ragazzi saranno determinanti da qui alla fine, Ferrari ed Ebagua hanno di sicuro caratteristiche diverse e noi abbiamo bisogno di avere Giulio in buone condizioni, senza contare che venivamo da una partita molto dispendiosa in quel di Brescia giocata sabato e cambiare era anche una necessità, ma nel corso della partita è venuta fuori una gara più adatta alle caratteristiche di Nicola, ma ripeto, per me Giulio, così come tutti i ragazzi, sono e saranno importanti nel proseguo della stagione".