Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Suso, il colpo chiuso dal Milan che a Liverpool non gioca

Suso, il colpo chiuso dal Milan che a Liverpool non giocaTUTTO mercato WEB
venerdì 19 settembre 2014, 07:302014
di Marco Conterio

Jesús Joaquín Fernández Sáez de la Torre, deo gratias, si abbrevia in Suso. E si chiama pure talento, che però a Liverpool fatica a sbocciare. E dire che, sulle rive del Merseyside, dribbla e segna, poco, dal 2010. E' spagnolo, arriva in Inghilterra dal Cadice ed è considerato, da subito uno dei migliori talenti del globo terracqueo. Titoli ed onori che si sprecano, ma che si perdono, quando i colpi non confermano l'inserimento nella lista dei migliori crack nati dopo il 1991 da Don Balon. E' uno della nidiata pre-Sterling, di quelli che con le unghie ci hanno provato ma con le scarpette hanno poi arrancato. Tempo al tempo, dice chi lo conosce bene. Il talento è puro ed esploderà presto.

Sarà un colpo low cost, per il Milan, visto che ha il contratto in scadenza ed il condor Galliani lo prenderà a parametro zero in estate o per una manciata d'euro a gennaio. Quadriennale ad un milione, l'accordo tacito pare già trovato, con Suso che già sogna di seguire Torres in rossonero. Lo raccontavano come novello Iniesta, è oggi promettente centrocampista centrale, mezz'ala e pure trequartista, ambidestro, grande visione di gioco, già pupillo di Benitez e provato da Rodgers prima di spedirlo in prestito all'Almeria. Dove, la scorsa stagione, è arrivato con l'etichetta di stella, salvo poi non confermare premesse e promesse con 35 partite altalenanti e 3 gol. Ma il Milan è certo, e chi lo conosce bene pure. Suso ha il futuro spalancato davanti a sè. Anche se a Liverpool non gioca.