Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

TMW - Italia, Marchisio: "Più cattiveria e voglia contro l'Uruguay"

TMW - Italia, Marchisio: "Più cattiveria e voglia contro l'Uruguay"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 20 giugno 2014, 21:452014
di Fabio Russo
Dal nostro inviato a Recife, Fabio Russo

Si è soffermato ad analizzare la sconfitta dell'Italia contro la Costa Rica, in zona mista, anche Claudio Marchisio. Queste le sue dichiarazioni principali: "Ci aspettavamo una gara difficile e purtroppo è andata male. Ci sono, comunque, sempre grandissime possibilità di passare il turno. Adesso dobbiamo solo pensare all'Uruguay, che è la partita più importante. Due risultati su tre a disposizione? Sotto questo aspetto, era importante non prendere il secondo gol, altrimenti sarebbero cambiate un po' di cose. Al di là di questo, comunque, cerchiamo di recuperare in fretta, perché abbiamo solo tre giorni e giocheremo di nuovo alle 13. Calo fisico? Sono cambiate tante cose, innanzitutto l'orario della partita.

Abbiamo affrontato una squadra caraibica, abituata a questo clima ed il ritmo è stato sicuramente diverso rispetto ad Italia-Inghilterra. Poca incisione dai subentrati? Non era facile entrare in una partita così, in cui loro si sono chiusi molto bene. Ci sono stati episodi importanti nel primo tempo, abbiamo avuto due occasioni con Mario che, se avesse fatto gol, sarebbe cambiata la partita. Loro, poi, hanno trovato il gol e per noi è stato sempre più difficile creare occasioni. Con questo caldo non è mai facile essere lucidi e, nel secondo tempo, è mancato sicuramente questo. Caldo alibi? Non è un alibi, ma può fare la differenza. In ogni caso, ci dovrà essere un'Italia molto più cattiva e con molta più voglia contro l'Uruguay per passare il turno"