Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Un'altra tappa nel giro d'Italia di Schelotto. Stavolta vuole fermarsi

Un'altra tappa nel giro d'Italia di Schelotto. Stavolta vuole fermarsiTUTTO mercato WEB
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
giovedì 23 gennaio 2014, 08:302014
di Marco Conterio

Il Levriero corre forte. Balza rapido, da una maglia all'altra. Cambia colore a rapidità impensata, pianta e molla le tende come un incerto viandante. Senza fissa dimora calcistica, Ezequiel Matias Schelotto è al poker d'avventure in due anni, dal 2008 ad oggi è alla sesta tappa italiana. Tutto inizil a Cesena, dove le corse, i dribbling e le folate stupirono l'Italia. Era arrivato da poco dal Banfield, lui che ha bisnonno italiano e la maglia azzurra già indossata, seppur in una sola occasione. Cesena lo vide brillare anche se poi ruppe con Ficcadenti e non trovò più grande spazio. L'Atalanta crede in lui, ma prima sbarca a Catania in prestito. Quattordici presenze, una rete, la traccia del passaggio è sottile. Poi Bergamo, poi l'Inter dove arriva per 3,5 milioni di euro più la comproprietà di Marko Livaja. Veste il 7, la maglia che era stata poco prima di Figo. A Milano non impressiona, travolto dal tracollo dell'era Stramaccioni seppur timbri l'1-1 nel derby col Milan. Via, allora: Mazzarri lo scarta, va in prestito con diritto di riscatto al Sassuolo.

Undici presenze, una rete, prestazioni altalenanti. Due giorni fa il Parma, ieri le prime parole. "Voglio conquistare i tifosi". E lo dice col sorriso sincero, il Galgo. Ora in prestito a Parma, dall'Inter, ma con diritto di riscatto. Quello che cerca anche lui, col 23 sulle spalle. "Non guardo il passato, solo avanti", soffia. Ecco perché dice "voglio restare tanti anni qui". Per una nuova vita, la prima dove il Levriero vuol correre forte. Ma solo sul campo. Fuori, vuol rallentare. E fermarsi.

© foto di Federico Gaetano
© foto di Federico De Luca
© foto di Federico De Luca
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
© foto di Federico Gaetano