Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Una Champions lontana anni luce dalla Serie A

Una Champions lontana anni luce dalla Serie ATUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 28 febbraio 2014, 07:152014
di Andrea Losapio

La differenza si è notata, ed è pure parecchia. Quella che distingue il Bayern Monaco dalla Juventus, l'Inter dal Real Madrid, il Napoli dal Barcellona, il Milan dal Manchester City. Perché, pur perdendo, i lightblue di Pellegrini hanno dato una dimostrazione di forza contro il Barça, rischiando pur di vincere nel primo tempo, e di pareggiare nel secondo, in dieci, di fronte a una delle squadre migliori al mondo. La Champions League appare davvero fuori dalla portata delle società italiane, soprattutto negli interpreti principali. Perché se è vero che il Borussia Dortmund ha regolato uno Zenit decisamente povero di contenuti (sei punti per passare il turno) i tedeschi sono l'unica vincente del girone che potrebbe davvero essere battuta dalle italiane. A dir la verità pure l'Atletico Madrid ha rischiato moltissimo con il Milan, ma i Colchoneros sono nella parabola discendente della stagione, e in mezzo alle partite di Champions hanno raccolto bastonate a destra e a manca. Le altre grandi, per organico, gioco e cattiveria, sono davvero migliori delle italiane. Il Paris Saint Germain lo ha dimostrato, pur giocando con un Bayer Leverkusen che è sembrato poca roba, siglando quattro gol a domicilio.

Si può quindi legittimamente chiedersi se la Bundesliga, in realtà, sia meglio della nostra Serie A. Forse no, ma sono ben quattro i club teutonici finiti agli ottavi di Champions, un'impresa che alle italiane non riesce da troppi anni. Da quando la coppa dalle grandi orecchie era pure roba nostra. Non ce ne vogliano i tifosi della Juventus, uscita probabilmente contro un avversario abbordabile. E neppure del Napoli, che tra Borussia e Arsenal ha dimostrato di valere la competizione. Ma per sperare di andare avanti (e magari vincere) il divario è decisamente troppo accentuato. Ripassare nelle prossime stagioni, e chissà se basterà.