Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Bologna, Donadoni: "Ko che serve per il futuro. Non dobbiamo mollare nulla"

Bologna, Donadoni: "Ko che serve per il futuro. Non dobbiamo mollare nulla"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 19 dicembre 2015, 23:332015
di Rosa Doro

Dopo la sconfitta rimediata contro l'Empoli, Roberto Donadoni, ha analizzato la gara ai microfoni della Rai:

Il Bologna ha pagato una serata poco brillante?
"Bisogna dare merito all'avversario che è stato bravo, ci ha creato diverse difficoltà. Noi non siamo stati bravi ad accorciare, sapevamo che loro cercano molto il fraseggio e siamo stati troppo attendisti e distanti dagli avversari e questo ha agevolato il loro compito. Dobbiamo migliorare, questo ko ci deve servire a capire alcune cose e tornerà utile per il futuro".

Il Bologna ha fatto fatica a centrocampo a causa di alcune assenze?
"Al di là delle assenze, dobbiamo fare anche di necessità virtù e dobbiamo essere bravi anche quando alcuni giocatori bravi non ci sono. In alcune circostanze siamo stati poco lucidi, poco bravi, eravamo messi bene, non eravamo in grandi difficoltà, abbiamo perso la marcatura e questi sono errori che si pagano cari. Sui gol subiti è mancata attenzione e determinazione, dobbiamo credere di più in noi stessi".

Difficoltà nella fase difensiva?
"Quando perdi, ci sono le cose sbagliate. Se analizziamo le occasioni da gol, sono rimediabili con un pizzico di convinzione in più. Con il baricentro più avanti, saremo stati più convinti, abbiamo sofferto nella gestione della palla".

Il valore della squadra?
"Quello che dice la classifica, abbiamo fatto questo finora e la classifica parla chiaro. Per arrivare alla salvezza, dobbiamo lottare su ogni palla, non mollare, lottare centimetro su centimetro e vedremo cosa sarà possibile fare a gennaio con la società".

Il fallo su Masina?
"Non sono mai stato a discutere, le decisioni arbitrali a volte possono cambiare il corso di una gara e poteva anche starci il calcio di rigore".