Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Bologna, Donadoni sicuro: "Una sconfitta da cui possiamo imparare molto"

Bologna, Donadoni sicuro: "Una sconfitta da cui possiamo imparare molto"TUTTO mercato WEB
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
sabato 19 dicembre 2015, 23:092015
di Alessandra Stefanelli

Ai microfoni di Sky Sport, il tecnico del Bologna Roberto Donadoni ha commentato così la gara persa in casa contro l'Empoli: "Queste sono partite che ci devono far capire quelle cose che ancora vanno migliorate, se ci fermiamo solo al risultato questo ci aiuta poco. Sicuramente volevamo chiudere l'anno con un risultato differente, ma dobbiamo dare merito all'Empoli. Siamo stati un po' troppo titubanti e timorosi, non capisco perché. Serve credere di più in se stessi, è una cosa che fa la differenza".

Dove avete trovato più difficoltà?
"Vincere duelli in mezzo al campo è importante, ma è importante anche saper giocare bene la palla. Loro sono stati aggressivi, noi poco lucidi in fase offensiva. Troppe volte siamo attratti solo dalla palla e siamo poco attenti sulle marcature, dando per scontato che qualcun altro lo possa prendere. Il primo gol di Maccarone è nato così. In queste cose ancora ci manca quel pizzico di attenzione che negli episodi incide e fa la differenza".

Il terzo gol?
"C'è stata un po' di confusione, siamo stati ingenui su una palla lunga perdendo la marcatura di Maccarone, ma non credo ci siano dubbi sulla regolarità".

L'abbraccio con Destro?
"A Mattia ho detto che deve convincersi di più e lottare su certi palloni. In quella circostanza è andato con determinazione e cattiveria. Sono contento per lui anche se stasera non è bastato, ma questo deve insegnarci qualcosa per il futuro".