Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Dall'addio al rinnovo. Jorginho, quando l'allenatore fa la differenza

Dall'addio al rinnovo. Jorginho, quando l'allenatore fa la differenzaTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 22 dicembre 2015, 07:002015
di Raimondo De Magistris

L'imminente rinnovo del contratto di Jorginho in casa Napoli è la vittoria di Maurizio Sarri. Il centrocampista italo-brasiliano, a un passo dall'addio la scorsa estate, è stato rivalutato con l'arrivo in panchina dell'allenatore campano e adesso è un pilastro dell'undici partenopeo.
La partita del 17 settembre contro il Club Brugge è stata quella della svolta. Prima di allora, Sarri decise di affidarsi al suo fedelissimo Valdifiori senza grossi risultati. Il Napoli a fine estate ha stentato e s'è già dalla prima gara di Europa League ha dato una importante svolta alla sua stagione è stato anche per merito del centrocampista italo-brasiliano.
Lucidità in fase di impostazione, ma anche tanta forza e tenacia in fase di non possesso palla. Jorginho ha ben presto dato a Sarri quelle garanzie necessarie per supportare il tridente offensivo Insigne-Higuain-Callejon.

Da inizio campionato ha già collezionato più di 1300 minuti, un minutaggio ben diverso da quello collezionato con Benitez.
Sotto l'egida del manager spagnolo Jorginho non era mai riuscito a esprimersi sui livelli mostrati a Verona con la casacca dell'Hellas. Il 4-2-3-1 ha compromesso il primo anno e mezzo alle falde del Vesuvio del regista di Imbituba che ora, alle luce degli ultimi quattro mesi, ha anche rilanciato la sua candidatura in vista di Euro 2016.
Il giocatore ha già lanciato diversi messaggi al ct, ma per ora da Coverciano non sono arrivate risposte. In attesa che anche in questo senso la situazione possa sbloccarsi, ci ha pensato il Napoli a far trascorrere un Natale ancora più sereno a Jorginho con un rinnovo del contratto fino al 2020 che certifica la sua importanza nel progetto Napoli.