Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Empoli, caso Pucciarelli. Carli: "Una sconfitta personale"

ESCLUSIVA TMW - Empoli, caso Pucciarelli. Carli: "Una sconfitta personale"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
venerdì 27 febbraio 2015, 18:452015
di Alessio Alaimo

"Pucciarelli? Ci aveva fatto capire di essere contento del rinnovo fino al 2017, ora sembra non voglia più rinnovare. Abbiamo provato in tutti i modi, lui vuole aspettare giugno. Per noi è stata una botta, ora la valutazione nei suoi confronti è cambiata. Punteremo su chi crede in noi". Così a TuttoMercatoWeb.com il ds Marcello Carli parla di Manuel Pucciarelli, attaccante dell'Empoli, non convocato per la partita di domani dopo aver rifiutato il rinnovo. Una situazione emersa in queste ore, che lascia spiazzati i dirigenti dell'Empoli.

Perché non rinnova?
"Sta tenendo duro, dovevamo solo formalizzare il contratto. Prendiamo atto della situazione, è un nostro prodotto, è cresciuto con noi. Ci aspettavamo più riconoscenza. Undici giocatori li troviamo. A volte i procuratori anziché fare il bene dei ragazzi fanno il male. Non voglio entrare nella testa della gente".

Deluso?
"Per me è una sconfitta personale, è la prima volta che succede una cosa del genere. Mi sembrava non ci fossero le componenti affinché questa siutazione finisse così. C'erano tutti i presupposti per andare avanti insieme. Andiamo avanti con quelli più attaccati alla maglia".

A giugno, quindi, inevitabile vendere il giocatore.
"Può anche darsi che rimanga qui un anno e mezzo. Qui la porta è sempre aperta, non portiamo rancore verso nessuno. Ma se non ci farà vedere attaccamento alla maglia punteremo su altri giocatori più attaccati alla maglia. Fermo restando che non è fuori rosa e il mister può fare quello che vuole".

© Riproduzione riservata