Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Lucarelli: "Zapata? Ottimo. Difficile la coppia con Higuain"

ESCLUSIVA TMW - Lucarelli: "Zapata? Ottimo. Difficile la coppia con Higuain"TUTTO mercato WEB
© foto di Dario Fico/TuttoNocerina.com
martedì 24 febbraio 2015, 11:462015
di Luca Bargellini

Sono già sette i gol di Duvan Zapata in stagione. Un rendimento quello del colombiano che, però, va ben oltre alle realizzazioni. La sua crescita sul piano della personalità e del lavoro a supporto della squadra è sempre più evidente e per lui la panchina inizia ad essere stretta. "Credo che Zapata sia il sostituto ideale per Higuain. E' un ragazzo che ha voglia di affermarsi - afferma Cristiano Lucarelli, ex attaccante azzurro ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com - e finora si è sempre fatto trovare pronto quando chiamato in causa. Trovare una valida alternativa ad un campione come l'argentino è sempre complicato per un club: o si punta su un giovane di prospettiva come Zapata o si cerca un giocatore al termine della carriera come sono stato io ai tempi di Cavani. Zapata si è dimostrato la scelta giusta".

Con la sua crescita continua è possibile, a suo avviso, ipotizzare anche una coppia Higuain-Zapata dall'inizio?
"Nei momenti di difficoltà, con un risultato da recuperare può essere un'ipotesi, ma non credo sia fattibile dal primo minuto dato che il Napoli di Benitez ha una struttura ben definita secondo il 4-2-3-1".

Chiudiamo con un pensiero su un'altra sua ex squadra: il Parma.
"Di fronte a quei numeri c'è poco margine per lavorare. Credo che il fallimento pilotato sia la soluzione migliore anche perché una situazione del genere sarebbe difficilmente recuperabile in Serie A figuriamoci in B. Nuove regole per l'acquisto dei club? Sì, ma bisogna anche essere onesti e dire che in Italia mancano grandi imprenditori che abbiano la possibilità di investire sul calcio. Meglio iniziare a guardare all'estero come altre realtà hanno già fatto".

© Riproduzione riservata