Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Pavia, Brini: "L'obiettivo è quello di stare in alto"

ESCLUSIVA TMW - Pavia, Brini: "L'obiettivo è quello di stare in alto"TUTTO mercato WEB
© foto di Giovanni Evangelista/TuttoLegaPro.com
mercoledì 23 dicembre 2015, 06:152015
di Ivan Cardia

Nuovo tecnico per il Pavia, che ha scelto Fabio Brini. Abbiamo raggiunto il nuovo allenatore di lombardi, che ripartono dal2-0 in casa del Pordenone con Rossini in panchina: "È chiaro che è stata fatta una partita importante sotto l'aspetto caratteriale, stanno lavorando molto bene in questi giorni, perciò credo che le premesse siano positive, bisogna recuperare quanto prima giocatori infortunati e poi valutare i possibili movimenti nel mercato che si aprirà".

A tal proposito, ha fatto delle richieste specifiche alla società?
"Il problema è riuscire ad individuare giocatori che potrebbero fare al caso nostro, cosa non sempre facile. Bisogna avere la forza necessaria per capire se ci sono movimenti da fare che rinforzino la squadra".

Cosa le ha chiesto invece la dirigenza?
"La società vorrebbe avere alla fine della stagione dei risultati positivi, come d'altronde tutte le altre squadre. Arrivo in società seria, partita per fare cose importanti, vedremo cosa succederà dopo il calciomercato, l'obiettivo sicuramente è quello di stare in alto".

Quali squadre reputa più competitive da questo punto di vista?
"Io credo che negli altri anni il girone C era il più complicato a livello tecnico, in questa stagione invece credo che il girone A sia il più difficile. Molte squadre lotteranno fino alla fine, questo aumenta sicuramente le difficoltà. Però una squadra che vuole arrivare in alto deve mettere in conto di superarne qualcuna".

© Riproduzione riservata