Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Pro Vercelli, Bani: "Con il Cesena la miglior partita finora"

ESCLUSIVA TMW - Pro Vercelli, Bani: "Con il Cesena la miglior partita finora"TUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
venerdì 18 dicembre 2015, 06:152015
di Ivan Cardia

Reduce dal 2-0 casalingo contro il Cesena, la Pro Vercelli si appresta ad affrontare la trasferta di Trapani. Ne abbiamo parlato con Mattia Bani, difensore delle Bianche Casacche, partendo proprio dall'ultima di campionato contro i bianconeri: "Sì, penso che abbiamo fatto la miglior partita da quando è arrivato il nuovo allenatore, come ha detto lui stesso. Poi c'è sempre da migliorare, ma abbiamo giocato un grandissimo primo tempo, nel secondo abbiamo cercato di gestire il vantaggio ottenuto e siamo riusciti a tenere in casa i tre punti".

Adesso c'è il Trapani, che viene dal pesante 4-1 subito a Novara.
"Io penso che sia comunque una partita difficilissima, loro soprattutto in casa danno il meglio di sé; sono spinti da un pubblico caloroso e hanno una squadra validissima, come tutte le partite di Serie B il finale non è mai scritto, bisogna conquistarsi i punti in ogni occasione".

Con i siciliani sarà uno scontro diretto, visto che vi separa un solo punto in classifica. Che obiettivo vi siete posti?
"L'obiettivo è sempre quello della salvezza, l'unica cosa che ci interessa è arrivare a 50 punti il prima possibile. In generale, al di là della classifica, in Serie B qualsiasi sfida è aperta come dicevo prima, penso a Cagliari-Como: i sardi hanno pareggiato soltanto al 90', nonostante si giocasse la sfida tra la prima e l'ultima della graduatoria".

Quest'anno siete partiti abbastanza male, poi avete corretto il tiro.
"Sì, non siamo partiti benissimo, lo dimostra il fatto che ci sia stato un cambio di allenatore proprio perché purtroppo all'inizio le cose non sono andate per il meglio, adesso stiamo cercando di confermare un buon momento, anche se prima della gara contro il Cesena venivamo da due sconfitte consecutive".

Per quanto riguarda, questo è il primo anno da titolare a tutti gli effetti.
"Sì, questo è l'anno in cui sto giocando con maggiore continuità, riesco a fare più partite di fila. L'anno scorso magari giocavo e poi stavo in panchina per un paio di gare, è un percorso non certo semplice, ma penso sia importante per un giovane avere la possibilità di giocare con continuità".

Sei stato impiegato anche come laterale, oltre che come centrale difensivo.
"Io sono un difensore centrale, ci sono state delle partite in cui il mister ha deciso di spostarmi a destra e ho cercato di dare il massimo secondo le mie possibilità, però penso non ci sia dubbio sul mio ruolo naturale".

Cosa ha portato Foscarini?
"Penso che quando si cambi un allenatore ci siano nuove metodologie di lavoro, ognuno ha il proprio modo di vedere il calcio e il mister ha cercato di darci la sua visione. Oltre questo, ha cercato di portare un po' di tranquillità in un momento in cui non arrivavano i punti, in tal modo abbiamo raccolto più risultati positivi".

© Riproduzione riservata