Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio, Basta: "Sono pronto a rientrare. Pioli ci ha dato spirito offensivo"

Lazio, Basta: "Sono pronto a rientrare. Pioli ci ha dato spirito offensivo"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
venerdì 27 febbraio 2015, 15:242015
di Gaetano Mocciaro

Ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 il difensore biancoceleste Dusan Basta parla del suo momento in biancoceleste: "All'inizio nella Capitale non è mai facile, ma c'è da dire che prima di arrivare in Italia giocavo nella Stella Rossa, dove il tifo è comunque molto caldo. A Udine invece è molto più tranquillo. In Serbia giocavo nella stessa posizone che ricopro ora a Roma, mentre con l'Udinese, nella difesa a tre, potevo attaccare di più, visto che ero nella linea di centrocampo. Quando sei nei quattro di difesa sei costretto prima a difendere, poi nell'eventualità attaccare".

Sulla sua condizione e il suo rientro: "Ho ripreso ad allenarmi in questi giorni, poi deciderà il mister. Io mi sento pronto a rientrare".

Sulla sfida contro il Sassuolo: "Il Sassuolo è un'ottima squadra. Merita una posizione in classifica più alta di quella che ha ora. Non sarà semplice, giochiamo fuori casa e dovremo fare una partita perfetta. Non deve mancare l'atteggiamento giusto. Ogni partita è diversa, dipende anche da come si sviluppa, se vai prima in vantaggio o se devi inseguire. L'importante è che ci siamo ripresi dopo due sconfitte per cui dobbiamo proseguire su questa scia. Ora dobbiamo essere umili e fare un passo alla volta. La squadra c'è ma questa non è una garanzia per fare risultato. Solo con la mentalità giusta potremo fare qualcosa di grande".

su Pioli: "Ci ha dato questo spirito di attaccare sempre e di aggredire gli avversari. Questo è il calcio moderno, poi ovvio devi avere anche i giocatori adatti e che ti seguono, ma qui secondo me ci sono. Poi ci ha fatto cantare l'inno! Per me era la prima volta. Siamo rimasti un po' sorpresi, ma è davvero una bella cosa. Cerca sempre di fare gruppo e ci è riuscito perché ci sono dei giocatori che non trovano molto spazio ma che si sentono comunque importanti. Una chance capita sempre a tutti e quello che mi ha sorpreso è che tutti si fanno trovare pronti".