Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lega Pro, la Top 11 di TMW

Lega Pro, la Top 11 di TMWTUTTO mercato WEB
Simone Masini
© foto di Icaro Fotocronache/TuttoLegaPro.com
martedì 22 dicembre 2015, 10:002015
di Luca Esposito
Modulo 3-4-3

Si sono giocate nei giorni scorsi le ultime partite di Lega Pro per il 2015, anche se mancherà una sola giornata alla conclusione del girone di andata. Una sola delle tre prime in classifica può già considerarsi campione d'inverno, ed è la SPAL, che ha concluso con 4 punti di vantaggio sulla Maceratese: i ferraresi hanno superato il Teramo in casa e, grazie al pareggio dei marchigiani in casa con l'Arezzo, hanno rafforzato il primato nel girone B.
Nel girone A è il Cittadella che si è ripreso il primato grazie a una importante vittoria esterna sul campo della Cremonese: è stata scavalcata l'Alessandria che ha raccolto un pareggio a Reggio Emilia, che si rivela prezioso date le fatiche dei supplementari in Coppa Italia. Fabio Brini torna in pista, allenerà il Pavia, ma nella vittoria dei pavesi sul Pordenone c'era in panchina ancora il tecnico pro tempore Rossini.
Il girone C è invece guidato dalla Casertana, che ha vinto con merito contro il Messina, secondo è il Foggia, mentre al terzo posto in classifica c'è il Lecce che ha battuto il Benevento allontanandolo probabilmente per un certo periodo di tempo dalla possibilità di raggiungere la vetta. Pare stregato lo stadio Esseneto per l'Akragas: con la sconfitta interna di domenica rimediata ad opera del Melfi, i siciliani hanno perso tutte le partite di questo campionato giocate nell'impianto agrigentino.
Questa la formazione della settimana secondo TuttoMercatoWeb.com.

PORTIERE
Paolo Baiocco (Arezzo): nel pareggio della sua squadra a Macerata c'è anche del merito da parte sua, grazie ad alcuni interventi davvero importanti, due dei quali su Kouko.

DIFENSORI
Gabriele Perico (Giana Erminio): affrontare la Feralpisalò non era certamente una cosa facile, lui riesce a difendere e anche a colpire segnando un gol di tacco.
Daniele Gasparetto (SPAL): il centrale difensivo è in buona giornata così come gli altri compagni e riesce a fermare gli attaccanti del Teramo con buona grinta.
Angelo Corsi (Cosenza): reinventato difensore dal suo allenatore Roselli può accorciare molto bene a centrocampo e segna la rete della vittoria con un destro di precisione.

CENTROCAMPISTI
Francesco Dettori (Carrarese): centrocampista di qualità, segna quella che è la sua prima tripletta in carriera. Realizza su rigore e su due calci di punizione astutamente battuti.
Jacopo Fanucchi (Lucchese): indovina il gol contro L'Aquila indirizzando la palla proprio là dove nessun portiere sarebbe potuto arrivare. È pronto alla deviazione vincente dopo la respinta del palo sul tiro di Monacizzo.
Gaetano Iannini (Matera): non riesce a battere Gobbo Secco dal dischetto, ma ha il merito di non arrendersi e di provarci sempre in tutti i modi. Sfodera una rovesciata che permette ai suoi di ottenere tre punti.
Vasile Mogos (Reggiana): gioca bene quando ha l'opportunità di spingersi in avanti. Prima del gol parte in anticipo su Sabato e riesce a portare in parità i suoi.

ATTACCANTI
Manuel Sarao (Lumezzane): secondo gol per lui da quando sulla panchina è tornato Nicolato. Certamente c'è la bravura del giocatore, ma c'è anche la fiducia del mister nelle sue capacità. Tiro a giro imprendibile.
Irakli Shekiladze (Tuttocuoio): al pari di Tempesti è particolarmente esaltato e riesce a segnare due gol con stile, contro una compagine come il Siena che era sembrata inferiore alle aspettative.
Simone Masini (Melfi): ripaga la fiducia di Ugolotti segnando tre gol in un campo che ormai è terreno di conquista in campionato, quello di Agrigento. Tornava da un infortunio che l'aveva costretto a uno stop per molto tempo.

ALLENATORE
Leonardo Semplici (SPAL): può già considerarsi campione d'inverno a novanta minuti dalla fine del girone d'andata, unica squadra ad avere 4 punti di vantaggio sulla seconda nella Lega Pro. Un altro traguardo più ambizioso si potrà festeggiare solo a maggio, ma se le premesse sono quelle delle prime sedici giornate gli emiliani possono farcela.