Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Garcia: "Spazio a Skorupski". Florenzi: "Domani Roma agguerita"

LIVE TMW - Garcia: "Spazio a Skorupski". Florenzi: "Domani Roma agguerita"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
mercoledì 18 febbraio 2015, 13:382015
di Gianluca Losco

Dopo il pareggio, con i fischi dell'Olimpico, contro il Parma, la Roma è attesa dalla sfida europea al Feyenoord. Queste le parole in conferenza stampa del tecnico Rudi Garcia.

"Giocare nuovamente all'Olimpico e le sue problematiche? Sarebbe troppo lungo rispondere a questa domanda, io preferisco guardare in avanti. Sicuramente dobbiamo qualcosa ai tifosi e noi siamo i primi a voler vincere. Primo obiettivo della Roma? Quando ci sono due competizioni, le giocheremo entrambe al massimo. Parliamo dell'Europa League e penso che abbiamo bisogno di esperienza in Europa e farci un nome di rispetto. In campionato lottiamo tutto l'anno per qualificarci in Europa, ma per portare in alto i colori della Roma bisogna giocare in Europa ogni anno; l'unico obiettivo è qualificarsi, speriamo domani di prendere già un vantaggio. Come trasmettere l'importanza della competizione? Si traduce sul fatto di vedere chi sono i giocatori in forma e ha bisogno di giocare. Abbiamo avuto 4 giorni per recuperare, è solo la seconda gara della serie di cinque e al momento non ci sono problemi di stanchezza. Domenica ci sarà da riflettere, domani no. Sappiamo che ci sono due gara, andata e ritorno, e domani serve un risultato più che positivo. Ci sono tante cose da valutare perché poi ci saranno 90 o più minuti in Olanda. Manca più Maicon o Strootman? Non penso ai giocatori che non possono giocare, mi concentro con fiducia sui giocatori a disposizione. Florenzi come terzino è stato il migliore domenica scorsa e a centrocampo abbiamo giocatori forti. Dobbiamo continuare a essere solidi, specie sul piano difensivo e tirare più nello specchio. Finché abbiamo occasioni vuol dire che il gioco ci dà la possibilità di vincere. Gervinho e Doumbia? Bisogna valutare ogni allenamento e vivere col gruppo per vedere a che livello sono tutti gli attaccanti. Quando uno torna dall'infortunio ha bisogno di giocare e quando ci sono tante assenze è normale che qualcuno debba stringere i denti. È solo una storia di momenti, l'unica cosa che posso dire per il futuro è che se tutti torneranno al 100% potremmo rispondere a tutte le gare che abbiamo da giocare. Ci sono 3 mesi e mezzo, sono tante partite. Uçan e il poco spazio? Ha grande talento ma è molto giovane. Piano piano riesce a capire la lingua italiana e questo è importante per adattarsi. Inoltre ha passato metà del tempo in infermeria, non è nelle migliori condizioni per dare il 100%. Dalla ripresa sembra che non abbia più problemi fisici, ma deve imparare un nuovo lavoro, perché qui c'è una preparazione diversa. Può migliorare tanto sul piano fisico. Alternanza di portiere? Toccherà a Skorupski domani. Un limite attendere la rosa completa? Non c'è un'altra squadra in Europa così colpita dagli infortuni. Io parlo spesso dei giocatori a mia disposizione e mi fido di loro. Dico solo che non aiuta giocare tante partite, ma io vedo sempre il bicchiere mezzo pieno. Siamo secondi, a cinque punti dal terzo. Valuteremo la performance della squadra, ma mentalmente sono al 100% e questa è la prima cosa da mettere in campo, lottare e sudare per la maglia".

Questo invece Alessandro Florenzi: "Come sta il gruppo? Sta bene ed è carico. Vuole vincere domani e dare una dimostrazione che la Roma c'è. Il perché del calo di forma? Avevo detto che c'erano varie situazione che durante una stagione possono determinare, come gli infortuni. La forma fisica è data anche dalle tante partite giocate, ad esempio per me è la prima volta che faccio tante competizioni. Fra noi giocatori si parla un po' di tutto, di cosa è andato bene o male, lo facciamo anche col mister. Le altre squadre di solito venivano qui con la paura, sta a noi farla tornare agli avversari, cercando di trovare di più le soluzioni tattiche che il mister ci dà ogni giorno. L'allenamento è uguale per tutti e tutti lo fanno al massimo. Un messaggio ai tifosi? Il momento non è facile, abbiamo ricevuto dei fischi che ci potevano stare, meno a Doumbia perché non ho mai visto un giocatore fischiato dopo 60 minuti. Spero che lui abbia capito che era dovuto al momento della squadra. Domani i tifosi vedranno una Roma agguerrita, daremo battaglia; questo è ciò che posso assicurare ai tifosi. Rispetto alla Champions, squadra più favorita per vincere? Vincere la competizione non lo so, possiamo arrivare lontano. Siamo consapevoli di essere forti. Se lotteremo insieme sarà possibile arrivare lontano, ma intanto pensiamo a domani".