Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

LIVE TMW - Milan, Mihajlovic: "Mercato? Abbiamo le idee chiare"

LIVE TMW - Milan, Mihajlovic: "Mercato? Abbiamo le idee chiare"TUTTO mercato WEB
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
sabato 19 dicembre 2015, 15:012015
di Antonio Vitiello

Finisce qui la conferenza di mister Mihajlovic

Su Honda: "Non gioca sicuramente (ride, nrd). No scherzo, domani forse gioca. Vediamo se si sveglierà samurai o ninja domani".

Su Bonaventura: "Bonavena è uscito dalla partita con la Sampdoria perchè ha avuto un indurimento all'adduttore, ma è solo un affaticamento. Oggi e ieri ha fatto poco, ma domani penso che sarà a disposizione. Giocherà? Non lo so".

Sull'atteggiamento nei primi minuti: "E' sbagliato, non voglio vedere domani l'atteggiamento visto con il Carpi. Che nessuno mi venga a dire che è stato sorpreso per il tipo di gioco del Carpi. E domani stessa cosa, sappiamo come giocherà il Frosinone. Giocheranno anche loro sui lanci lunghi e le seconde palle. Non siamo il Barcellona o il Bayern Monaco, non possiamo pensare di vincere solo perchè siamo più bravi tecnicamente. Se pensi in questo modo non vai da nessuna parte".

Su Suso e Nocerino: "Cercheremo di far uscire qualche giocatore, siamo in 20, ognuno ha il suo sostituto più 3 portieri."

Se preferirebbe un centrocampista o un clima sereno sotto l'albero di Natale: "Nessuno dei due, perchè il clima sereno è impossibile e il centrocampista non ci sta sotto l'albero (ride, ndr)".

Sul mercato di gennaio: "Stiamo parlando da un mese e mezzo, due, abbiamo le idee chiare, ora vediamo. Sappiamo che non è un mercato semplice quello di gennaio. Non ha senso comprare tanto per comprare, se prenderemo un giocatore significa che lo riterremo utile per la squadra".

Sul 2016: "Spero di vincere tutte le partite da qui alla fine. Questa è un'utopia. Non lo so, rispondi tu Ignazio".

Sulla mancanza di Balotelli e Menez: "Penso che il Milan avrebbe avuto qualche punto in più, abbiamo avuto 2-3 attaccanti a disposizione su 5. Menez ha fatto 16 gol l'anno scorso e non l'abbiamo mai avuto. Niang assente per 4 mesi e avete visto quello che ci può dare e che tipo di giocatore è. Balotelli l'abbiamo avuto per una partita e mezzo".

Sul numero di punti che manca al Milan: "Credo che l'unica partita che non meritavamo di pareggiare, ma di perdere era con l'Atalanta. Direi 4 punti in più. Penso che a fine campionato queste cose si compensano, penso che siamo in debito, ma più per demerito nostro che per merito degli avversari. Non cerco alibi nè scuse, se avessimo fatto gol con il Verona nelle tante occasioni avute, avremmo vinto nonostante gli arbitri. Sbagliato pensare di non aver vinto per gli errori arbitrali".

Sulla squadra che gioca meglio quando può farlo in contropiede: "Con la Sampdoria in casa abbiamo giocato in contropiede? Non mi sembra. La Sampdoria si difendeva con 11 uomini, non credo sia possibile giocare in contropiede in questo modo".

Sulla formazione: "Non la so neanche io, perchè ho un po' di giocatori con problemi fisici, anche se sono tutti disponibili. Niang riposerà? Non lo so".

Sul mercato dell'estate: "So che il Milan ha speso 80 milioni, ma questi 3 giocatori stanno dimostrando di valere i soldi spesi. Romagnoli nonostante la giovane età è già un punto fermo, Bacca è il nostro capocannoniere e Bertolacci, al netto degli infortuni, sta facendo bene quando gioca. E non è facile azzeccare gli acquisti, soprattutto in Italia, è un campionato molto difficile".

Su dove si può migliorare: "Ho fatto vedere questi dati ai ragazzi: siamo la 4° squadra in Italia per quanto crea e la 11° per quanto li sfrutta, siamo la 4° per i tiri in porta, ma siamo la 12°-13° per la precisione nei tiri in porta. Bisogna avere personalità e precisioni nelle giocate. Dobbiamo cercare di sbagliare meno passaggi e essere più precisi e cinici in avanti. A Genova avremmo dovuto chiuderla prima. Dobbiamo mantenere questa compattezza e solidità difensiva. E' tutta la squadra che lavora bene in fase difensiva, ma quando ci sono le occasioni vanno sfruttate e bisogna fare gol".

Se il 2016 può essere il risveglio del Milan: "Se non c'è sangue, non mi piacciono i film. Io vorrei essere Harry Potter, ma purtroppo non ho la bacchetta magica. La vittoria con la Sampdoria non era scontata, vista la situazione nostra con le polemiche e tutto. Abbiamo dimostrato che nessuno molla e che abbiamo carattere. Dobbiamo continuare su questa strada".

Sulla partita: "Domani sarà importante per il morale e per la classifica. Dobbiamo continuare la striscia positiva. Non è stato un campionato facile il nostro, in parte me l'aspettavo, in parte mi aspettavo di avere qualche punto in più. Dopo la sconfitta con il Napoli abbiamo fatto un buon filotto con una sola sconfitta, con la Juve a Torino. Questa squadra ha grandi margini di miglioramento. Se qualcuno pensa che sarà una partita facile si sbaglia di grosso perchè il Frosinone ha fatto 13 punti sui 14 che ha in casa. Se riusciamo a mantenere la solidità e la compattezza difensiva vista giovedì e riusciamo a migliorare in termini di personalità e precisione nei passaggi e nelle conclusioni, possiamo vincere. Come ho detto a loro, non dobbiamo pensare alle vacanze, ci sarà tempo. La vittoria con la Samp ci ha dato fiducia".

Ultima gara dell'anno per il Milan, ospite domani alle 18.00 in casa del Frosinone. Oggi a Milanello parla in conferenza stampa il tecnico dei rossoneri Sinisa Mihajlovic. Segui con TMW le parole dell'allenatore serbo.