Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Milan, Inzaghi: "Rapporto schietto con Pazzini, Berlusconi molto intelligente"

Milan, Inzaghi: "Rapporto schietto con Pazzini, Berlusconi molto intelligente"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Mascolo/Photoviews
domenica 22 febbraio 2015, 18:042015
di Marco Frattino

Reduce dalla vittoria contro il Cesena, il tecnico Filippo Inzaghi ha parlato ai microfoni di Sky Sport commentando la vittoria del Milan: "Abbiamo vinto giocando un buon calcio, usciamo dalla gara con fiducia e questo ci aiuterà. Servono due o tre vittorie di fila per tornare in pista, possiamo riuscirci".

Bonaventura? "E' un calciatore che qualsiasi allenatore vorrebbe, fa benissimo in qualsiasi posizione. Siamo tornati a giocare con tre calciatori in avanti e tre a metà campo, fondamentale per ritrovare il nostro gioco. Bonaventura ha grande intelligenza calcistica, ha fatto bene nel ruolo di trequartista. Ha dato una mano in fase di non possesso, oltre fare benissimo in avanti. Merita i complimenti, così come li merita tutto il Milan".

Poli, de Jong e Montolivo in mediana? "Fino al 1° gennaio ho sempre giocato con tre centrocampisti, poi senza de Jong e Montolivo ho dovuto cercare altre soluzioni. Oggi ho proposto un centrocampo col quale abbiamo fatto bene in passato. Un po' di certezza in più hanno fatto bene alla squadra".

Cosa deve fare Destro per diventare importante? "Deve capire i nostri meccanismi, oggi si è dato da fare. Ho dei cambi che devo cercare di sfruttare, ma Mattia deve stare sereno. Lavora con lo spirito giusto, segnerà nella prossima gara".

Come si gestisce Pazzini? "Sono stato chiaro con lui quando abbiamo preso Destro. Giampaolo sa che c'è concorrenza, ma si impegna tutti i giorni. Ha la mia stima, so che ha l'atteggiamento giusto quando entra in campo. Vive per il gol, è stato bravo. Il nostro rapporto è schietto, c'è stima reciproca".

Prova di maturità? "So della stima del presidente, sono il primo a stare male quando il Milan non va bene. Metto a disposizione del club la mia passione e le mie conoscenze. Berlusconi forse è troppo buono con me, mi chiama tutti i giorni per incoraggiarmi. È' un uomo intelligente, mi è stato vicino nei momento difficili".