Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Salernitana, il brasiliano Gabionetta tra luci e ombre

Salernitana, il brasiliano Gabionetta tra luci e ombreTUTTO mercato WEB
© foto di @Dario Fico/TuttoSalernitana.com
lunedì 23 febbraio 2015, 14:382015
di Luca Esposito

Era la gara della sua grande occasione. Con Negro fermo ai box a causa dell'acciacco rimediato in terra lucana contro il Melfi, Gabionetta aveva finalmente l'opportunità di dimostrare dal primo minuto le sue immense qualità. Ed invece è stata una gara dai due volti quella di venerdi sera contro il Foggia per l'esterno brasiliano. Prima frazione di gioco completamente abulica. Fuori dal contesto, spento, quasi irritante, mai capace di saltare l'avversario e creare superiorità numerica. Inoltre ha messo in grande difficoltà il suo compagno di squadra Bocchetti, sulla catena di sinistra non è mai tornato a raddoppiare e la velocità e l'estro di Sarno hanno mandato allo sbando il nostro terzino sinistro. La seconda frazione di gioco si è aperta con un suo tentativo di cross, alquanto sbilenco, che non faceva presagire niente di buono.

Fortunatamente, però, l'arrembaggio della Salernitana alla ricerca disperata di capovolgere il punteggio, ha spostato il baricentro del gioco a favore dei granata, e Gabionetta ha avuto qualche chances in più per dimostrare che le sue qualità possono mettere in difficoltà gli avversari. C'è il suo zampino, infatti, sul gol del momentaneo 2-1 di Ettore Mendicino. Tutto è nato da uno spunto dello stesso attaccante laziale, bravo a districarsi nello stretto e servire Gabionetta, il quale ha fatto partire un cross dalla fascia sinistra nel cuore dell'aria di rigore che ha trovato Nalini pronto a servire lo stesso Mendicino, abile a mettere in rete. Dopo il gol del pareggio di Iemmello, la gara non ha avuto quasi più niente da dire e negli ultimi dieci minuti di gioco è venuta meno anche la benzina nelle gambe del brasiliano. Possiamo dire, quindi, secondo tempo migliore del primo per l'esterno di Campinas. Ma è poco, sempre poco, per un calciatore accolto in pompa magna nel ritiro estivo e presentato come il classico top player dal d.g. Fabiani. Lo riporta TuttoSalernitana.com