Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Verratti e un ritorno in Italia: "Fra molto tempo, ora a lungo al PSG"

Verratti e un ritorno in Italia: "Fra molto tempo, ora a lungo al PSG"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 17 febbraio 2015, 20:522015
di Simone Bernabei

Marco Verratti, centrocampista del PSG, ha parlato in una lunga intervista a Le Parisien della sua situazione nella capitale francese soffermandosi anche sul suo futuro: "Vivo e gioco nella più bella città del mondo. Quando sono arrivato, non credevo che mi sarei abituato così bene. I giorni di Charlie Hebdo? Terribili, per la Francia e per il mondo intero. E' stato un momento difficile, ma è stato anche bello che tante persone si siano unite. Io mi sono sentito ancora più parigino. Pallone d'Oro? Non lo vincerò mai, ci sono giocatori molto più forti di me. Preferisco comunque vincere trofei di squadra per festeggiare con i miei compagni. La gara col Chelsea? Ho buone sensazioni, se giochiamo al massimo possiamo andare avanti. Futuro e le voci su Juve, Barcellona e Real Madrid? Le voci mi fanno sorridere, mi entrano da un orecchio e mi escono dall'altro. Per me restare a Parigi è la migliore soluzione.

Sono giovane, ho la fiducia del club ed è per questo che vorrei trascorrere molto tempo qua. Ibrahimovic? Gli devo molto, quando sono arrivato a Parigi è stato un grande sostegno. Dall'inizio della mia carriera è quello che mi ha impressionato maggiormente. Cosa manca maggiormente dell'Italia? Gli amici e la famiglia. Ed il clima. Rimpianti per non aver mai giocato in Serie A? No, perché vorrebbe dire che non sarei felice di essere qua. Sono felicissimo a Parigi. Essendo italiano guardo la Serie A, magari un giorno ci andrò ma fra molto molto tempo. Da piccolo mi piaceva la Juventus e Zidane, ma la squadra del cuore resta il Pescara".