Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

ATAHOTEL EXECUTIVE - Il Milan, la filosofia giovani e le uscite americane

ATAHOTEL EXECUTIVE - Il Milan, la filosofia giovani e le uscite americaneTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 29 gennaio 2016, 16:002016
di Marco Conterio

Dalla scorsa estate il Milan ha aperto un nuovo capitolo del suo mercato. Una strategia che nei fatti ha ed avrà bisogno di tempo per dare i propri frutti ed i propri risultati, ma che è stata un vero e proprio dietrofront rispetto ai colpi 'alla Essien' del passato. Chiaro, il ritorno di Kevin Prince Boateng è forse una stortura del progetto giovani, colpo complicato da comprendere nella strategia di mercato del Milan. Però Galliani e Maiorino hanno da subito rifiutato i milioni del Leicester per M'Baye Niang, considerato cardine per presente e futuro.

Per questo il nome di Anwar El Ghazi dell'Ajax è la fotografia di quello che il Milan vorrà prendere in futuro. Giovani, per un'ossatura sempre più proiettata al futuro. Difficile, complicato, che arrivi subito: la mancata uscita di Luiz Adriano ha di fatto bloccato le entrate ed ora in partenza restano Nigel de Jong (Los Angeles Galaxy), Antonio Nocerino (DC United) e Josè Mauri che però potrebbe andare in prestito in A.