Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Casertana, Corvino: "Non accetto offese alla mia città"

Casertana, Corvino: "Non accetto offese alla mia città"TUTTO mercato WEB
© foto di Giuseppe Scialla
giovedì 21 luglio 2016, 17:092016
di Luca Bargellini

Dal sito ufficiale della Casertana arrivano alcune dichiarazioni di Pasquale Corvino, azionista del club rossoblu: "Ho iniziato ad interessarmi in prima persona di alcuni ingaggi, contattando qualche giocatore. Ma ora ho deciso di non proseguire e di lasciare ad altri questo compito. Tutto ciò perché mi sono ritrovato ad interfacciarmi con qualche brava persona, ma anche con qualche mercenario che dimentica di aver mangiato e bevuto in questa città e di essere stato accolto bene. Personaggi che per dieci lire tradiscono e vanno via. Posso anche accettarlo, ma non permetto assolutamente che qualche calciatore o qualche procuratore offenda la mia città, la mia società e le persone che ne fanno parte. Dio benedica chi ha deciso di andarsene, ma si abbia almeno il coraggio di ringraziare e restare in silenzio. Per quanto riguarda i calciatori che vantano un biennale, posso dire a chi ha espresso giudizi ingenerosi ed affrettati, che possiamo anche tenerli a Caserta a fare i turisti per la città.

Non abbiamo alcun problema. In riferimento a quanto dichiarato da Rainone, non ho intenzione di concentrarmi più di tanto su tale questione. Gli abbiamo proposto poco più di tremila euro all'anno in meno rispetto all'offerta che ha ricevuto da un altro club. Per così poco ha tradito la città che l'ha lanciato e che gli è stata vicino. Abbia la delicatezza di andare via senza lasciarsi andare a commenti a dir poco imbarazzanti. Valuteremo le sue dichiarazioni e se sussistano i presupposti per difendere nelle sedi opportune l'immagine e l'onore della Casertana".