Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Fiorentina: la società sarà in grado di giudicare se stessa

Fiorentina: la società sarà in grado di giudicare se stessaTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
domenica 31 gennaio 2016, 09:372016
di Redazione TMW
fonte Tommaso Loreto

"Certe spiegazioni, alla gente, spettano alla società non a me..che serve un difensore lo sappiamo..e come giudica lo staff tecnico la società sarà in grado di giudicare sè stessa". Basta riprendere le parole, posate ma chiare e dirette, di Paulo Sousa per sintetizzare l'aria di questa domenica di fine gennaio. In casa viola non è del tutto passata la bufera Mammana, e anzi davanti agli attacci da oltreoceano del River è calato il silenzio.

Una giornata di parole al veleno del presidente sudamericano non hanno a tutt'ora ricevuto risposta da una Fiorentina in evidente stato confusionale. Anche perchè pur volendo sospendere il giudizio sull'intero mercato (e sforzandosi di farlo includendo anche il caos Mammana) restano i dati di fatto a condannare proprietà e società. Alla data di domenica 30 gennaio, quella che era la prima esigenza sbandierata da tutti il 4 settembre (tecnico in primis) resta disattesa.

Di conseguenza la Fiorentina scenderà in campo a Marassi con il peso ulteriore di una tre giorni infuocata di polemiche e delusione, e con la rinomata coperta corta in difesa. Tanto che persino il toto formazione sembra finito in soffitta, nascosto al cospetto dell'ennesimo caos scoppiato intorno a una trattativa dei viola, e finito in secondo piano alla luce dei dubbi su quanto ancora potranno fare i viola sul mercato, da qui alla chiusura delle trattative lunedì sera.

Non cambiano tuttavia le percentuali di possibili sorprese nell'undici iniziale, pur tenendo di conto che i "nuovi" difficilmente partiranno dall'inizio. Davanti a Tatarusanu i dubbi (gioco forza e in assenza di alternativa) sono pochi, Roncaglia completerà il trio con Gonzalo e Astori, mentre Bernardeschi è confermato a destra. Reduce da un buon match contro il Toro a sinistra resiste la candidatura di Pasqual rispetto ad Alonso, mentre accanto a Borja Valero in mezzo tornerà Vecino dal primo minuto. Capitolo attacco, infine, anch'esso in linea con quanto visto domenica scorsa: Babacar sarà il terzo con Ilicic e Kalinic.