Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Sampdoria, una difesa da registrare e tre partite importanti per la salvezza

Sampdoria, una difesa da registrare e tre partite importanti per la salvezzaTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 26 gennaio 2016, 07:452016
di Andrea Piras

Invertire la rotta il più presto possibile. La nave blucerchiata, mai come in questo momento, è diretta verso le secche della bassa classifica. La sconfitta di domenica contro il Napoli deve far suonare più di un campanello d'allarme per Vincenzo Montella. A parte l'harakiri in poco più di dieci minuti di Barreto, capace di regalare l'1-0 a Higuain e a provocare il rigore del 2-0, la Sampdoria è apparsa ancora una volta impaurita soprattutto nelle prime battute del match. Da salvare certamente c'è la reazione dopo la mazzata delle due reti subite e questo va sottolineato. Il carattere non manca così come ci sono state le possibilità per fare male ad una squadra che si sta dimostrando una corazzata. Altro problema evidenziato, e non solo contro i partenopei, è la facilità con cui la difesa viene infilata dalle formazioni avversarie. Sarà compito della società fornire gli elementi giusti al tecnico di Pomigliano d'Arco per cercare di registrare i troppi problemi di fragilità che il pacchetto arretrato palesa. L'innesto di Dodò può essere già un buon passo così come l'arrivo di Andrea Ranocchia, entrambi dall'Inter. Rinforzi di qualità che dovrebbero anche arrivare a centrocampo, posizione nevralgica e molto determinante per l'andamento di una sfida, con la speranza che Soriano possa rimanere all'ombra della Lanterna. Il club di Corte Lambruschini dovrà guardarsi anche dagli attacchi che arrivano per un altro pezzo pregiato, come Eder, miglior realizzatore con 12 reti e secondo nella classifica marcatori al pari di un certo Dybala.

Se dal punto di vista delle trattative, la prossima settimana sarà decisiva, sul campo invece i blucerchiati saranno attesi da tre partite in quindici giorni. Un mini tour de force per la Sampdoria che affronterà nell'ordine Bologna, Torino e Roma. Un trittico di sfide molto delicate e molto difficili, soprattutto il posticipo dell'Olimpico contro la formazione di Spalletti. Si parte dalla gara esterna contro i felsinei di Roberto Donadoni, capaci domenica di superare il Sassuolo al Mapei Stadium. Fra le file rossoblù ci saranno alcune vecchie conoscenze doriane, come l'ex capitano Daniele Gastaldello o Angelo Da Costa, ma quando in palio c'è la permanenza nel massimo campionato non c'è tempo per i sentimentalismi. Tre giorni dopo ecco arrivare a Marassi i granata di Giampiero Ventura, genovese, sampdoriano ed ex allenatore blucerchiato nella stagione 1999/2000. A completare il filotto un altro ex allenatore che è passato per Genova, ovvero Spalletti. La sua Roma, che non sta attraversando un ottimo momento adesso, attenderà la truppa ligure nel posticipo della 24a giornata. Questo il programma delle prossime due settimane anche se ovviamente bisogna ragionare partita per partita e pensare all'incontro del "Dall'Ara". Serve rialzarsi e riprendere il cammino intrapreso contro Lazio, Palermo e Genoa, ma serve farlo in fretta. Il tempo stringe e la classifica piange.