Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Akragas, pres. Alessi: "Ho iscritto la squadra, ora le risposte che chiedo"

Akragas, pres. Alessi: "Ho iscritto la squadra, ora le risposte che chiedo"TUTTO mercato WEB
© foto di Emanuele Taccardi/TuttoMatera.com
venerdì 30 giugno 2017, 14:212017
di Claudia Marrone

Lunga conferenza stampa in casa Akragas, dove parla patron Silvio Alessi: la notizia che il numero uno siciliano però dà è positiva, la squadra è stata iscritta al campionato. Queste le sue parole:

“Abbiamo avuto in questi giorni passati diverse interlocuzioni che hanno evidenziato lo stato di crisi in cui versava società e le problematiche legate a un'eventuale iscrizione che, come sapete, scade stamattina. Abbiamo lanciato un grido di allarme perchè ci aspettavamo di concretizzare le dicerie e le eventuali trattative che si erano scovate dopo la nostra salvezza, c'erano imprenditori pronti a entrare nel capitale sociale se si fosse mantenuta la categoria: ma nonostante gli sforzi di tutti per la salvezza, niente è andato a buon fine. Abbiamo ricevuto ulteriori proposte, ma prima volevano l'iscrizione della squadra: questo ci ha lasciato perplessi, negli ultimi mesi abbiamo portato avanti noi l'Akragas, tutto quello che ci era stato promesso non è stato mantenuto. Siamo rimasti da soli a portare avanti un eventuale campionato 2017-2018. L'intenzione mia e di Giavarini era quella di non poter iscrivere la squadra se non fossero arrivate delle novità, è un discorso economico e di impegni, sobbarcarsi gli impegni di un campionato non è facile: ma non volevamo far morire questa mia creatura, sarebbe stato un peccato mortale, ma d'altro canto eravamo combattuti perchè pensavamo e pensiamo tutt'ora che questa compagine ha bisogno di nuova linfa economica. Attorno a noi, comunque, c'è stato il silenzio assoluto, solo negli ultimi giorni qualcosina si è mossa, con intelocuzioni preliminari con soggetti che potrebbero arrivare in futuro, ma tutto era legato all'iscrizione. E io oggi questa l'ho fatta, il nostro collaboratore è già stato mandato a Firenze dove in giornata presenterà la domanda: è stato un passo che ci carica di grande responsabilità, ma abbiamo voluto dare a città e tifosi la possibilità del campionato di Serie C. Questo è un primo adempimento, a luglio ne seguiranno altri: a chi voleva compartecipare al nostro progetto diciamo quindi che ora ci aspettiamo che qualcosina venga presto concretizzato, per togliere tutte le nuvole che finora ci sono state. Basta alibi adesso”.