Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Alessandria, da Pagani ad oggi: la maledizione play-off di Gozzi

Alessandria, da Pagani ad oggi: la maledizione play-off di GozziTUTTO mercato WEB
© foto di Matteo Papini/Image Sport
sabato 17 giugno 2017, 21:202017
di Stefano Sica

Spareggi stregati per Simone Gozzi, difensore dell'Alessandria caduta oggi contro il Parma a Firenze (2-0) nella finalissima play-off che avrebbe dovuto scegliere la quarta squadra promossa in serie B. Era infatti il 17 giugno del 2007, giusto dieci anni fa, quando la sua Reggiana cadeva al Torre contro la Paganese di Pino Palumbo (0-2 dopo l'overtime) dicendo addio al salto in C1. Nella finale play-off di andata contro gli azzurrostellati, gli emiliani del tecnico Alessandro Pane e di Antonio Maschio avevano vinto 1-0 con una rete da pochi passi di Ingari. Un tesoretto che tuttavia non bastò e, anzi, aprì le porte ad una vera e propria beffa per i granata. Perché, proprio al terzo minuto di recupero, Izzo si inventò la zampata del vantaggio per i campani, con Gozzi che tentò inutilmente di ricacciare il pallone che aveva oramai varcato la linea di porta alle spalle di Nuzzo. In apertura di tempi supplementari, Ibekwe regalò poi alla Paganese di Fabio De Sanzo (vice del tecnico Salvatore Matrecano a partire dalla prossima stagione) il raddoppio e il trionfo.

Gozzi prese parte col Modena anche alla doppia semifinale play-off contro il Cesena nel 2014, in serie B. I canarini furono costretti a soccombere dopo aver perso 1-0 in casa e non essere andati oltre l'1-1 in Romagna (in A approdò il Cesena mettendo k.o. il Latina). Oggi l'ultima debacle per Gozzi, lasciato sul posto da Calaiò in occasione dell'assist che ha mandato in rete Scavone nel primo tempo, e poi espulso nel finale di gara per un brutto fallo su Giorgino. Una data maledetta, quella del 17 giugno, per il difensore di Reggio Emilia.