Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con Marchetti

...con MarchettiTUTTO mercato WEB
lunedì 20 novembre 2017, 00:002017
di Alessio Alaimo
Palermo, il mio Cittadella ha fame. Vogliamo riscattarci. Io in Sudamerica per aggiornarmi, ma ora ritroviamo la giusta grinta

“Abbiamo tanta voglia di riscatto. Veniamo da una partita non positiva, dobbiamo mettere in campo le qualità di questi anni: grinta, cattiveria e tensione”. Parla così a TuttoMercatoWeb il direttore sportivo del Cittadella, Stefano Marchetti in vista della partita di questa sera contro il Palermo.

Stasera sfidate il Palermo.
“Il Palermo è sempre il Palermo. La squadra più forte in assoluto. Se è lì davanti c’è un motivo. Sta dando continuità ai risultati. Stimo molto Tedino, merita quanto sta raccogliendo. Tutto frutto di tanta gavetta. Con Fabio Lupo formano una bella coppia”.

Che avversario si aspetta di trovare?
“Un Palermo carico, convinto dei propri mezzi. Per noi sarà un test molto difficile. Mi auguro di avere una grandissima risposta dalla mia squadra”.

Direttore ma che è successo contro il Parma?
“Un blackout. Abbiamo giocato un po’ contratti. Dobbiamo stare più attenti...”.

Lei è reduce da un tour in Sudamerica. Rinforzi di mercato in arrivo?
“Cerco di aggiornarmi... poi per il mercato è ancora presto. Vorrei dare continuità al gruppo. Bisognerà vedere come risponderà. Ci vuole fame tutti gli anni”.

Quanti movimenti farete a gennaio?
“Non lo so, bisognerà vedere come faremo. Ma non vorrei fare tanto. Dipende da come faremo. Il Cittadella deve sempre avere fame”.