Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

...con Materazzi

...con MaterazziTUTTO mercato WEB
© foto di Antonio Vitiello
martedì 28 novembre 2017, 00:002017
di Alessio Alaimo
Inter, per lo Scudetto ci sei. Juve resti la più forte. Milan, il prossimo anno puoi essere protagonista. Monaco, quante richieste! Lanzafame rinato in Ungheria

“L’Inter è forte, il Napoli è attrezzato per vincere. Quindi la Juve avrà bisogno di rifondare, anche se la vedo sempre superiore alle altre. Il Napoli dal dopo Maradona non ha mai vinto, occhio alla sua voglia. Il campionato è equilibrato. E la Juve rimane la più forte”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Matteo Materazzi.

Si aspetta rinforzi per la Juve?
“Non penso che interverrà sul mercato”.

E l’Inter?
“Un difensore farebbe comodo”.

Giusto aspettarsi qualcosa dal Napoli.
“Non credo. Sarri ha iniziato un percorso e immagino voglia portarlo avanti così”.

Insomma, niente colpi a gennaio?
“È un mercato per chi non sta facendo benissimo. Magari il Napoli prenderà Vrsaljko, che è un giocatore molto forte. E Maggio va a scadenza. A gennaio ci saranno operazioni di ripiego, non mi aspetto un colpo”.

L’Inter però segue Pastore...
“Ci potrebbe stare perché l’Inter non ha lavorato tantissimo in estate. Così come magari un difensore. Non arriveranno giocatori per spaccare il mondo. E su Pastore bisognerà vedere com’è la situazione con il Paris Saint Germain”.

Delude il Milan, che intanto cambia allenatore e si affida a Gattuso.
“Lo avevo detto in estate: l’Inter è attrezzata per arrivare tra le prime tre, il Milan è composto da tanti giocatori forti ma bisogna mettere in condizione di fare bene un gruppo nuovo. Normale avere una flessione il primo anno, quando fai le rivoluzioni non sei mai sicuro. La prossima stagione il Milan me l’aspetto tra le prime cinque”.

Spazio ai suoi assistiti: Monaco?
“Ci sono tante richieste, sta facendo bene a Perugia. Ha caratteristiche che in serie A non si trovano facilmente, sono sicuro che farà il salto di categoria: se non con il Perugia a giugno, con un altro club. Ma non so se questo mercato o giugno”

Belmonte?
“Sta bene, ha un rapporto incredibile con la società. Si sente a casa. Sarà difficile portarlo da un’altra parte”

Dal Perugia quest’anno ci si aspettava di più.
“È un’ottima squadra. Ma la B è particolare, ti capita il periodo che indovini cinque partite e sei primo. La squadra costruita quest’anno è superiore a quella degli ultimi due-tre anni”

Davide Lanzafame, intanto, è protagonista in Ungheria.
“Undici gol, sta facendo bene. Gode di grande considerazione, è reputato il miglior giocatore del campionato ungherese. È tornato quello dei tempi della Juve”.

Può tornare in Italia?
“Più facile che vada in un’altra situazione all’estero. In Italia è stato dato per finito troppo presto. Preso a Novara, considerato forte e poi messo da parte da Boscaglia lo ha fatto riflettere molto. Si sente un giocatore che può fare la differenza”

Bizzarri intanto si gode un’altra stagione da protagonista all’Udinese.
“Era partito per dare una mano, si è trovato titolare. È stato uno degli artefici dei sei punti fatti dall’Udinese. È un grande uomo e questo fa sempre la differenza”.

Avete già cominciato a parlare di rinnovo?
“No. Ma con la società abbiamo un ottimo rapporto. Vedremo a fine anno che succederà. Albano inizia ad avere quarant’anni, giusto aspettare sino a fine anno”

Kragl?
“Si sta allenando con la squadra. Presto rientrerà e potrà dare una grande mano al Crotone”.

Alla Juve, intanto, cresce Portanova jr.
“La Juve è molto contenta di lui. Sta crescendo tantissimo, anche fisicamente. Ha le caratteristiche per diventare un grandissimo giocatore”.