Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Petón: "L'Atleti segna poco, con la Roma ha un solo risultato"

ESCLUSIVA TMW - Petón: "L'Atleti segna poco, con la Roma ha un solo risultato"TUTTO mercato WEB
© foto di Marucci
mercoledì 22 novembre 2017, 12:092017
di Giacomo Iacobellis

Se parliamo di Atletico Madrid, il collegamento con José Antonio Martín "Petón" è immediato. L'ex calciatore ed ex agente di Fernando Torres, oggi scrittore, giornalista e tertuliano del programma "El Chiringuito de Jugones", intervistato in esclusiva da TuttoMercatoWeb.com, ha presentato la sfida di Champions League di stasera tra i colchoneros e la Roma.

"Contro la Roma - esordisce Petón - l'Atleti deve vincere se vuole continuare a sperare nella qualificazione. I colchoneros hanno bisogno di un netto cambio di direzione in Champions. Se faranno un buon risultato oggi, potranno regalarci grandi soddisfazioni fino all'ultima giornata".

A secco di vittorie in Champions e quarto in classifica nella Liga senza troppi sussulti, qual è il problema di questo Atleti?
"Il problema è che la squadra sta vivendo un periodo di transizione tra ciò che è stato e ciò che sarà. Ricordiamoci però che finora l'Atletico ha perso solo una volta, in casa contro il Chelsea".

La difesa si conferma infatti solidissima, ma Griezmann non brilla e mancano i gol degli attaccanti.
"E' vero. L'Atletico ha soprattutto difficoltà a segnare, ma sono convinto che la soluzione arriverà dal mercato, attraverso gli acquisti fondamentali di Vitolo e Diego Costa. Con loro a gennaio, centrocampo e attacco cambieranno molto".

Il momento grigio non dipenderà forse dalla fine del ciclo Simeone?
"Io credo di no. Simeone si è conquistato sul campo il diritto di scegliere se e quando terminare il suo ciclo sulla panchina dell'Atletico Madrid. Spetterà solo ed esclusivamente a lui decidere quando andarsene".

Dinanzi a sé, l'Atletico Madrid stasera troverà una Roma bisognosa di un punto per qualificarsi agli ottavi.
"La Roma non la scopriamo certo oggi. E' cresciuta tantissimo, viene da una striscia di vittorie importante e sarà dunque un avversario difficilissimo da battere".

Giallorossi che dovranno guardarsi in particolar modo da qualcuno che lei conosce bene: il suo ex assistito Fernando Torres.
"Condivido la scelta di far giocare Fernando contro la Roma. Ora più che mai Griezmann ha bisogno di avere un attaccante con quelle caratteristiche al suo fianco".

Dopo la parentesi sfortunata al Milan, pensa che Torres stasera voglia prendersi una rivincita nei confronti del calcio italiano?
"No, Torres è un professionista che gioca sempre al 100%, a prescindere dalla squadra rivale".

A proposito, cosa non ha funzionato nel 2014-2015?
"Il discorso è semplice. Torres era stato preso per giocare come attaccante centrale, ma alla fine il Milan faceva un altro tipo di gioco. Per questo a fine stagione Fernando ha fatto altre scelte".

© Riproduzione riservata