Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Udinese show, il ds: "E' solo l'inizio. Abbiamo tanti giovani forti"

ESCLUSIVA TMW - Udinese show, il ds: "E' solo l'inizio. Abbiamo tanti giovani forti"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
lunedì 20 marzo 2017, 13:042017
di Raimondo De Magistris

Un pareggio contro la Juventus e due vittorie nelle ultime tre partite. Momento molto positivo per l'Udinese che ieri in rimonta ha battuto 4-1 il Palermo alla Dacia Arena. Abbiamo analizzato il momento dei friulani con Nereo Bonato, direttore sportivo del club: "Stiamo attraversando un ottimo momento di forma - ha dichiarato -. E' il coronamento di tanto lavoro, di sacrifici e programmazione".

Questa Udinese è tornata a rilanciare con forza i suoi giovani.
"Era uno dei nostri obiettivi stagionali: lanciare tanti giovani e inserirli in un gruppo con qualche calciatore esperto per farli crescere. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti: ieri anche chi ha giocato meno s'è fatto trovato pronto".

Duvan Zapata, migliore in campo, ha detto che resterebbe volentieri a Udine anche il prossimo anno.
"Duvan Zapata in questa stagione sta trovando la giusta continuità. Due anni fa doveva fare i conti con la concorrenza di Di Natale, nella passata stagione è stato frenato da un infortunio, mentre adesso può giocare con tranquillità e ha trovato continuità di prestazioni".

C'è la possibilità di trattenerlo?
"Valuteremo a fine stagione. Adesso siamo concentrati sulla stagione in corso. Certo, le sue parole le accogliamo con piacere".

Tre nomi: Samir, Fofana e Jankto. Chi è più pronto per una big?
"Sono profili diversi alle prese con una crescita importante. Noi, però, siamo all'inizio di un ciclo e in estate faremo valutazioni sul futuro di tutti: proveremo a toccare questo gruppo il meno possibile".

Quindi niente cessioni a meno di offerte irrinunciabili?
"Presto per dirlo, ma l'idea è di toccare il meno possibile questo gruppo".

In precedenza ha parlato di due obiettivi. Quale è il secondo oltre al lancio dei giovani?
"Concludere questa stagione il più in alto possibile in classifica. Delneri è giustamente concentrato sul presente e noi siamo sulla stessa lunghezza d'onda".

© Riproduzione riservata