Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Genoa, quando l'attacco non graffia: punte a secco da 634 minuti

Genoa, quando l'attacco non graffia: punte a secco da 634 minutiTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
mercoledì 22 marzo 2017, 07:452017
di Andrea Piras

Quanto mancano i gol delle punte. La crisi di risultati del Genoa passa anche da una scarsa vena realizzativa del reparto offensivo. Una vittoria e sette punti in 15 uscite ufficiali in campionato, tre gol nelle ultime sette partite sono uno score negativo per una squadra che sembra non riuscire a vedere la luce in fondo al tunnel. Anche a San Siro il reparto offensivo è rimasto all'asciutto. Il dato statistico va dunque a incrementarsi. Sono infatti 634 i minuti in cui un attaccante del Grifone non gonfia la rete avversaria. L'ultima volta risale al 28 gennaio, ormai quasi due mesi fa, quando il Cholito Simeone regalò un punto importante alla formazione allora guidata da Ivan Juric al “Franchi” di Firenze. Dopo la doppietta dell'argentino contro i viola di Paulo Sousa è calata la notte. Contro Sassuolo e Napoli sono arrivati zero gol e zero punti, così come a Pescara, pomeriggio nefasto culminato con l'esonero di Ivan Juric.


L'era Mandorlini sembrava iniziata nel verso giusto. Contro il Bologna la squadra è tornata al gol ma con un centrocampista, Ntcham, che si è ripetuto anche a Empoli con l'ausilio di Hiljemark per i primi tre punti del nuovo corso. Poi due sconfitte: la prima cocente nel derby e poi quella contro il Milan senza realizzare reti. Attacco con le polveri bagnate per la compagine ligure con Simeone a secco e con Pinilla che, oltre alla rete messa a segno contro la Lazio in Coppa Italia, è ancora in attesa di sbloccarsi in campionato, così come il figliol prodigo Palladino. La sosta arriva al momento giusto. Andrea Mandorlini avrà due settimane di tempo per rodare ancora di più gli ingranaggi in vista del grande ritorno al “Ferraris” dell'ex Gasperini, che con la sua Atalanta farà visita ai rossoblu alla ripresa. Il tempo per preparare la sfida al meglio e per imporre i propri dettami alla squadra c'è, così come è scongiurato qualsiasi pericolo alle spalle. I tifosi sperano che l'attacco del Genoa si sblocchi e faccia rialzare la testa alla loro squadra in difficoltà.