Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Super Mario si è stabilito in Riviera. Balotelli e la svolta per il Mondiale

Super Mario si è stabilito in Riviera. Balotelli e la svolta per il Mondiale
© foto di Panoramic/Insidefoto/Image Sport
lunedì 26 giugno 2017, 06:452017
di Dimitri Conti

Nella prima serata di domenica, quando ormai l'annuncio era già atteso da giorni, è infine arrivata la notizia: Mario Balotelli ha firmato il rinnovo con il Nizza, legandosi al club transalpino per un'altra stagione. Numeri alla mano, la prima stagione di Balotelli in Costa Azzurra non è stata affatto male: il centravanti italiano in Ligue 1 ha segnato 15 gol in 23 apparizioni. Poche le presenze, tra infortuni ricorrenti e le solite giornate di squalifica, ma il gol lo ha trovato una volta ogni 116'. Meno incisivo invece in Europa League, dove nei quattro gettoni raccolti ha timbrato solo una volta il cartellino.

Favre, dopo tutte le riflessioni del caso arrivate subito dopo quelle a proposito della propria permanenza o meno, ha dato il via libera alla riconferma del suo centravanti, il cui contributo ha pesato nel raggiungimento di un terzo posto che vuol dire playoff di Champions League. Oltre al ritorno sul massimo palcoscenico europeo con i nizzardi, c'è però un altro obiettivo nella testa di Balotelli: riguadagnarsi la maglia azzurra dell'Italia a suon di reti. Per ora il ct Ventura è parso piuttosto distaccato e freddo nei confronti di una sua eventuale convocazione, ma non è detto che le sorti siano incontrovertibili. Super Mario però, per poter pensare di staccare un biglietto verso la Russia, deve ricordarsi di correre più spedito del suo ego calcistico, e di ritrovare la continuità nella condizione fisica, tecnica e mentale.