Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il 3-2 di Williams e le mani di Langkamp - Top&flop di Ath. Bilbao-Hertha

Il 3-2 di Williams e le mani di Langkamp - Top&flop di Ath. Bilbao-HerthaTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
giovedì 23 novembre 2017, 21:032017
di Alessandro Cavasinni
Risultato finale: Athletic Bilbao-Hertha Berlino 3-2

I TOP

L'AZIONE DEL 3-2 BASCO - Splendida la ripartenza basca che con grande precisione va a siglare la rete che dà i 3 punti. Susaeta innesca Williams che allarga per Balenziaga a sinistra e poi è lui stesso a ribadire in rete sul cross del terzino.

LA DOPPIA PARATA DI HERRERIN - Al 12' del primo tempo, spettacolare doppio intervento del portiere basco, che si oppone prima a Selke nell'uno contro uno e poi sul tiro a stretto giro di posta di Lustenberger.

I CAMBI DI ZIGANDA NELL'INTERVALLO - L'allenatore di casa, dopo una prima frazione agonica, manda in campo a inizio ripresa Susaeta e Iturraspe al posto di Aketxe e San José: doppia mossa decisiva.

I FLOP

IL FALLO DI MANO DI LANGKAMP - Dopo aver causato il primo rigore per fallo su Williams, il capitano dei berlinesi completa l'opera con un inopinato fallo di mano in perfetto volley-style su colpo di testa di Aduriz: altro rigore e 2-2.

IL PRIMO TEMPO DEI BASCHI - L'Athletic del primo tempo è irriconoscibile: approccio totalmente sbagliato, squadra slegata e molle. L'Hertha sostanzialmente domina e il 2-1 va anche stretto ai tedeschi.

LA DORMITA TEDESCA SUL 2-3 - Se da un lato va dato merito alla rapidità del contropiede basco in occasione del gol decisivo di Williams, dall'altro va anche sottolineata la superficialità con la quale la squadra di Dardai subisce la ripartenza avversaria.