Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Inter, Icardi: "Restare fuori dall'Europa sarebbe un fallimento"

Inter, Icardi: "Restare fuori dall'Europa sarebbe un fallimento"TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
domenica 23 aprile 2017, 00:042017
di Alessandra Stefanelli

Mauro Icardi, attaccante dell’Inter, parla a Sky Sport dopo il ko contro la Fiorentina: “Difficile spiegare cosa sia accaduto, abbiamo avuto un secondo tempo che non è da noi. Prendere quattro gol in 15 minuti non è da noi, non possiamo buttare via tutto quello che abbiamo fatto nel primo tempo, non è da grande squadra come penso che sia l’Inter. Cosa è successo? Sono cose inspiegabili nel calcio, lo scorso anno abbiamo sofferto a gennaio, quest’anno avevamo fatto bene con il mister e ora abbiamo buttato via tutto. Abbiamo ancora un mese davanti per vedere se possiamo fare ancora qualcosa e dare un senso al nostro lavoro. Stiamo soffrendo troppo sui calci d’angolo, abbiamo preso troppi gol per disattenzione. A volte siamo troppo ‘buoni’ e per questo ci penalizzano le palle da fermo. I discorsi alla squadra? Sicuramente dico tante cose negli spogliatoi, sono cose che restano tra di noi. Non parlo con tutti allo stesso modo, ma alcuni sicuramente possono imparare qualcosa.

Senza coppe? Sicuramente per il lavoro fatto con il tecnico sarebbe un fallimento non arrivare in Europa. Volevamo la Champions, non ce l’abbiamo fatta, ora dobbiamo provarci per l’Europa League in queste ultime partite. È questo l’obiettivo dei tifosi, della squadra e di Suning. Ce la possiamo giocare contro qualsiasi squadra, abbiamo dei giocatori forti individualmente, ci manca solo fare le cose da squadra. Continuare con Pioli? Decide la società, io non ci posso entrare. Sicuramente il mister ci ha provato, ha dato il meglio per questa società, ma il suo lavoro si vede anche se questo mese è andata così. Quando le cose vanno male purtroppo paga l’allenatore”.